Skip to content

Il portfolio

Informazioni tesi

  Autore: Vincenzo Gullotta
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in consulenza didattica pedagogica:tutor
Anno: 2005
Docente/Relatore: Luciana Tomasi
Istituito da: sovrintendenza agli studi di Bolzano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 24

Il Portfolio è uno strumento destinato agli alunni. Consente di conoscere in modo progressivo e sistematico il percorso personale di crescita e maturazione dello studente, aiuta a dare il senso della costruzione progressiva delle proprie competenze, a riflettere su di sé, sulle proprie capacità e potenzialità, ad orientare le scelte future

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 A) IL PORTFOLIO DELLE COMPETENZE L’avvio della Riforma della scuola, nella sua globalità, sta portando l’intero sistema educativo nazionale verso percorsi organizzativi e formativi molto complessi che richiamano, quanti coinvolti nel processo, ed i docenti in primo luogo, ad un intenso impegno di formazione in servizio dedicato a comprendere, interpretare ed attuare quanto indicato nella Legge e nelle Indicazioni generali. Il decreto legislativo 1 più recente affronta e pone in forte rilievo le tematiche pedagogiche relative ai piani di studio personalizzati ed agli obiettivi specifici di apprendimento propri per ciascun alunno, evidenzia l’importanza di una corretta valutazione degli alunni, ma soprattutto di una autovalutazione personale che ogni ragazzo deve poter fare. Fortemente legato a questi aspetti di cambiamento risulta essere la necessità e l’obbligatorietà, per ogni insegnante, di creare e gestire un portfolio delle competenze proprio di ciascun alunno 2 . Per “portfolio” si intende oggi genericamente una raccolta documentata e commentata che riguarda il curriculum formativo e lavorativo di uno studente. Nelle scuole il Portfolio ha cominciato a diffondersi negli Stati Uniti dagli inizi degli anni ‘90 e poi in altri Paesi, anche europei, nell’ambito del movimento della Valutazione Autentica 3 . Lo strumento, tuttavia, non costituiva una novità assoluta, perché varie forme e tipologie di Portfolio erano da tempo in uso fuori della scuola. Per esempio, in campo artistico o economico indicava una raccolta di opere, realizzazioni e titoli con la finalità principale di documentare il lavoro svolto e le competenze professionali possedute. Il movimento della Valutazione Autentica riutilizza questo strumento già noto per uscire dai limiti delle valutazioni standardizzate in uso negli Stati Uniti e in genere nel mondo anglosassone. Il Portfolio, al contrario della valutazione standardizzata, permette di documentare l’apprendimento, l’evoluzione e il conseguimento delle competenze dello studente, favorire la comunicazione con le famiglie e con soggetti esterni alla scuola, fornire allo studente occasioni per imparare a riflettere sul proprio percorso formativo e per autovalutarsi con il conseguente effetto di far crescere la motivazione. Proprio con queste finalità si diffondono a livello internazionale varie tipologie di Portfolio. Si tratta di strumenti che riflettono la tendenza alla documentazione di itinerari formativi personalizzati e, dal punto di vista pedagogico, la spinta a valorizzare l’attività dell’allievo anche in chiave autovalutativa. In Europa un contributo decisivo alla diffusione del Portfolio è stato dato dall’introduzione del Portfolio Europeo delle Lingue, che oggi costituisce il principale strumento di documentazione delle competenze linguistiche per i cittadini dell’Unione Europea, favorendo la trasparenza dei programmi linguistici dei vari Paesi, lo sviluppo del plurilinguismo e la mobilità delle persone. Varie tipologie di strumenti sono oggi assimilabili al Portfolio, basti citare qui solo alcuni tra i più utilizzati: • il Book. Uno strumento largamente utilizzato nel mondo del lavoro, in particolare per le professioni a carattere artistico. Nel Book l’artista o il professionista raccoglie le sue migliori produzioni o i suoi progetti più interessanti per dimostrare di possedere le competenze che l’azienda alla quale si presenta sta cercando. Nella scuola può essere un repertorio dei lavori migliori dello studente. La caratteristica principale di questo tipo di Portfolio è che lo studente stesso sceglie autonomamente i materiali da inserire nel proprio Portfolio; la selezione dei 1 Decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59 2 In appendice si riportano alcune considerazioni contenute nelle Indicazioni nazionali per i piani di studio personalizzati in cui si illustra la funzione del portfolio delle competenze. 3 Il movimento per la Valutazione Autentica ( Authentic Assessment) nasce negli Stati Uniti agli inizi degli anni Novanta come critica alle modalità di valutazione standardizzate e propone modalità alternative di valutazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi