Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Utilizzo di immagini satellitari ad alta risoluzione per aggiornamento cartografico a media scala

Il presente lavoro di tesi ha come scopo principale la verifica dell’idoneità dei dati satellitari ad alta risoluzione (QuickBird) per un loro utilizzo in ambito cartografico a media scala. In particolare l’ipotesi che si intende verificare è la possibilità di effettuare aggiornamento cartografico alla scala 1:10000 utilizzando immagini adeguatamente ortoproiettate.
Innanzi tutto è stata indagata la precisione dell’immagine ortoproiettata per verificarne la compatibilità con la scala desiderata. Successivamente sono state effettuate considerazioni di tipo qualitativo sull’effettiva riconoscibilità di tutte le entità cartografiche necessarie per effettuare l’aggiornamento a quella determinata scala, verificandone la corrispondenza con la cartografia 1:10000 esistente. Mediante vettorizzazione planimetrica dell’ortofoto è stata nuovamente stimata la precisione planimetrica del prodotto cartografico generato, mediante la verifica delle tolleranze planimetriche prescritte dal capitolato di riferimento.
La sperimentazione condotta ha permesso di verificare ulteriormente la compatibilità geometrica delle ortofoto generate da immagini satellitari ad alta risoluzione con scale nominali medie. La successiva fase di fotointerpretazione e vettorizzazione planimetrica consente di ipotizzare un effettivo utilizzo di tali dati per l’aggiornamento di cartografia alla scala 1:10000 ed eventualmente per la produzione di cartografia di tipo speditivo.
Sono comunque emersi alcuni limiti in fase di fotointerpretazione, relativi all’impossibilità di identificare alcune entità geografiche prescritte, mentre in alcuni casi l’individuazione delle entità da cartografare è resa possibile grazie all’ausilio del dato multispettrale.
La fase di stima della precisione del prodotto cartografico generato ha evidenziato che le tolleranze planimetriche sono rispettate dall’87 % circa del campione analizzato, valore di poco inferiore al 95% prescritto dal Capitolato (per ottenere il quale sarebbe sufficiente aumentare la tolleranza di 0.5 m). È ipotizzabile dunque l’introduzione, in fase di aggiornamento cartografico, di una codifica di qualità che indichi la fonte dell’aggiornamento.
Sviluppi futuri già pianificati della sperimentazione illustrata prevedono l’utilizzo di coppie stereoscopiche per l’estrazione di coordinate tridimensionali attraverso operazioni di restituzione fotogrammetrica, con l’obiettivo di valutare la precisione di posizionamento non solo planimetrico, ma anche altimetrico.
Un miglioramento dei risultati ottenuti dalla sperimentazione condotta è inoltre auspicabile dall’uso di immagini satellitari dotate di maggiore risoluzione geometrica: dal 2007 saranno disponibili i dati OrbView-5 a 0.4 m.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 4 Sperimentazione 93 4.2 Area di studio e dati disponibili 4.2.1 Area test L’area di studio comprende i comuni di Villanova Canavese, Borgaro Torinese, Ciriè, Caselle Torinese, S. Maurizio Canavese, Leinì, Druento, e l’aeroporto di Torino, appartenenti al territorio della provincia di Torino. Quest’area è caratterizzata da un’escursione altimetrica variabile tra 200 e 480 m s.l.m. e presenta zone residenziali ed industriali, corsi d’acqua, rete stradale e ferroviaria, aree boschive e appezzamenti agricoli (figura 4.1). Figura 4.1 – Area di studio 4.2.2 Dati satellitari I dati satellitari disponibili sono un’immagine Quickbird pancromatica ed una multispettrale acquisite in data 22 Settembre 2002 alle ore 10:32 relative all’intera area test. Le due immagini, di livello Basic, costituiscono un’intera scena di 272 km 2 ed hanno un’eccellente qualità, dovuta alla completa assenza di copertura nuvolosa ed al limitato angolo di off-nadir. Le caratteristiche principali delle suddette immagini sono riassunte nella tabella 4.1; i valori di risoluzione a terra

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Denis Peraro Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3010 click dal 13/06/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.