Skip to content

Istruzione femminile, evoluzione demografica e sviluppo economico: il caso dell'India

Informazioni tesi

  Autore: Sarah Galassi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Edoardo Marcucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 351

Dall’osservazione e dallo studio dei dati sociali ed economici di alcuni PMS, si riscontrano delle evidenti differenze nei livelli educativi delle varie popolazioni, soprattutto se ad essere paragonati sono i risultati conseguiti nell’istruzione da parte delle donne. Si rileva, inoltre, che tali profonde differenze si ripercuotono sulla definizione dello status sociale ed economico delle donne, nonché sul loro comportamento demografico. Quale può essere, quindi, l’influenza di una popolazione con livelli educativi più elevati sul processo di sviluppo economico, in atto o in potenza, dei PMS? Più specificamente, quale ruolo può avere l’istruzione delle donne nell’avviare un processo di sviluppo e di crescita? Lo Stato indiano del Kerala presenta due evidenti anomalie, rispetto agli altri Paesi in via di sviluppo: i livelli di istruzione sono incredibilmente più elevati, nel loro complesso, ma soprattutto con riferimento alla quota femminile della popolazione. Inoltre, la performance di crescita economica del Kerala, almeno fino all’inizio degli anni ’90 del Novecento, era stata fra le più scoraggianti del subcontinente indiano; nonostante ciò, sin dalla metà degli anni ’70, si sono registrati dei livelli invidiabili circa molti indicatori dello sviluppo: mortalità, fecondità, speranza di vita alla nascita, livello dei consumi, dei risparmi, distribuzione della terra, espansione del settore terziario. Un classico esempio di “sviluppo senza crescita”. Filtrata attraverso i modelli della crescita endogena, l'esperienza del Kerala sembra dimostrare l’importanza associata all’investimento in capitale umano accanto a quello in capitale fisico. Dati i rendimenti di scala costanti associati all’investimento congiunto in capitale fisico ed umano, lo Stato si è assicurato un fattore di crescita endogeno e non esogeno, come ad esempio il progresso tecnologico nel modello neoclassico di Robert Solow. In accordo con le tesi della scuola di Chicago, e in particolare con l'economia della famiglia di Gary Becker, le famiglie in Kerala hanno compiuto un ragionamento economico alla base della decisione circa il numero di figli. Con l’aumento sia del costo per ogni figlio sia del numero di bambini sopravvissuti, molte famiglie in Kerala semplicemente non avevano le risorse per effettuare troppo spesso il necessario investimento iniziale in capitale umano. In termini di sviluppo sociale, l’istruzione ha contribuito alla costruzione di una coscienza sociale all’interno della popolazione del Kerala. Ciò è servito da base fondamentale per fare sì che il processo di sviluppo in Kerala si configurasse come “sviluppo partecipato”. In termini di sviluppo demografico, l’istruzione è stata uno dei fattori principali ad innescare, nel Kerala, la transizione demografica. Ha inoltre avuto influenza sulle dinamiche matrimoniali, innalzando l’età media al matrimonio delle donne in Kerala. Questa situazione ha avuto delle ovvie ripercussioni economiche, perché le donne istruite pretendevano di impiegare nel mercato del lavoro le capacità e abilità apprese prima di sposarsi; ciò ritardava ulteriormente l’età al matrimonio e di conseguenza accorciava l’intervallo riproduttivo, con conseguente ricaduta al ribasso dei tassi di fecondità. I progressi conseguiti nell’ambito dello sviluppo sociale e demografico hanno contribuito all’avvio di un processo di sviluppo umano. I dati che sono stati raccolti dalle agenzie specializzate dell’ONU, in primo luogo lo Undp, dimostrano che il grado di sviluppo umano del Kerala misurato attraverso l’Hpi è molto alto in rapporto al livello del reddito pro-capite. La ragguardevolezza del risultato è dovuta in gran parte all’istruzione, sia direttamente (in quanto il livello d’istruzione è una delle tre variabili computate nell’indice), sia indirettamente, attraverso l’influenza che l’istruzione ha avuto sullo sviluppo demografico, e specificamente sulla speranza di vita alla nascita. Tutti gli effetti esplicati dall’istruzione sulla popolazione del Kerala hanno contribuito al suo sviluppo in termini economici. L’esistenza di una popolazione più esigua rispetto al passato ha fatto sì che gli interventi statali nell’alleviamento della povertà fossero più efficaci, tant’è che la percentuale di popolazione al di sotto della soglia di povertà risulta essere la più bassa in tutta l’India. La mancanza di una crescita sostenuta, se non a partire dall’inizio degli anni ’90, laddove questi progressi nel processo di sviluppo avevano preso avvio dalla fine degli anni ’70, può essere spiegata sia dalle condizioni economiche disastrose in cui il Kerala era stato ridotto dal Governo coloniale britannico, sia dall’incapacità iniziale del Governo e delle istituzioni economiche del Kerala ad allocare correttamente il surplus generato dall’economia nel suo complesso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
xiv INTRODUZIONE In questa tesi, ho voluto analizzare le relazioni tra l’istruzione, nello specifico quella delle donne, e il processo di sviluppo. Ho inteso il concetto di sviluppo sia nella sua accezione più ristretta, di sviluppo economico, sia nella sua accezione più ampia, fino a ricomprendere anche i significati di sviluppo sociale ed umano. Ho osservato e studiato i dati sociali ed economici di alcuni Paesi in via di sviluppo e ho trovato profonde differenze nello status delle donne, e nella considerazione di queste nell’ambito economico, sociale e familiare. Ho soffermato la mia attenzione sulle ampie e variegate differenze nei livelli di istruzione femminile, così come venivano riportate sia dagli organismi internazionali (Nazioni Unite, Banca Mondiale, Unctad, …), sia dalle istituzioni specifiche di ogni Paese. Ho notato che le ampie differenze nello status e nel livello di istruzione femminile avevano spesso profonde ripercussioni sulle caratteristiche demografiche di questi PMS, in particolare sui livelli di fecondità e di mortalità infantile. Mi sono, quindi, domandata quale poteva essere l’influenza di una popolazione con livelli educativi più elevati sul processo di sviluppo economico, in atto o in potenza, dei PMS. Più specificamente, mi sono

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

becker
capitale fisico
capitale sociale
capitale umano
crescita endogena
demografia
donne
economia
economia dello sviluppo
empowerment
india
istruzione femminile
kerala
pms
sviluppo
sviluppo partecipato
sviluppo umano
transizione demografica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi