Skip to content

Limiti della manutenzione di strutture aeronautiche e soluzioni mediante sensori innovativi

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore Costanzo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Aerospaziale
  Relatore: Luigi La Franca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 153

Questa tesi è stata svolta sfruttando uno stage presso: "ALENIA AERONAVALI - Stabilimento di Napoli/Capodichino". La tesi è di tipo numerico-sperimentale, ma vi sono degli aspetti descrittivi importanti sulle procedure di manutenzione strutturale dei velivoli civili e commerciali (MSG-3), con particolare attenzione ai velivoli ATR-42 ed ATR-72. Per i calcoli numerici sulle curve di propagazione delle cricche mi sono avvalso dei seguenti documenti: AMM ATR 42 e 72 (Aircraft Maintenance Manual), MPD ATR 42 e 72 (Maintenance Planning Document), Service Bullettin ATR 42 e 72; inoltre ho utilizzato i seguenti programmi di calcolo della meccanica della frattura dovuta alla fatica strutturale: NASGRO 4.0 ed AFGROW.
La seguente è volta ad analizzare l'attuale manutenzione di strutture aeronautiche, a ricercarne i limiti di carattere tecnico e le relative ripercussioni economiche ed a valutare i possibili rimedi offerti da sensori innovativi.
Nel primo capitolo si è approfondito il tema della sicurezza del trasporto aereo, mettendo in evidenza come un adeguato programma di manutenzione sia necessario per garantire l'incolumità dei passeggeri ma al contempo anche il prestigio della casa costruttrice.
Nel secondo capitolo, si è affrontato lo studio dell'attuale manutenzione delle strutture aeronautiche, analizzando gli standards richiesti e descrivendo nei particolari le procedure essenziali per poter accertare l'integrità strutturale di un aeromobile.
Nel terzo capitolo si sono ricercati i limiti tecnici ed economici della attuale manutenzione di strutture aeronautiche, mediante un approccio di tipo probabilistico. In particolare, si è effettuata un'applicazione numerica ad un pannello di rivestimento esterno di un ATR-72, analizzandone i limiti. Inoltre si è affrontato il tema della sicurezza e dell'affidabilità delle ispezioni attuali, mettendo in risalto anche la dipendenza del costo dal livello di sicurezza richiesto.
Per superare i limiti dell'attuale manutenzione strutturale, l'autore ha trovato nello “Structural Health Monitoring” e cioè nel monitoraggio strutturale mediante sensori innovativi, delle possibili soluzioni. Nel quarto capitolo infatti, si è affrontato lo studio dei tre sensori che si stanno maggiormente sperimentando per il monitoraggio strutturale e cioè dei sensori: Comparative Vacuum Monitoring (CVM), quelli a fibra ottica con reticoli di Bragg e quelli piezoelettrici.
Nel quinto capitolo, si è affrontato lo studio dell'applicazione dei nuovi sensori alle strutture di velivoli già esistenti, analizzando i benefici tecnici ed economici apportati, ma anche mettendo in evidenza ciò che è necessario ancora realizzare. La parte centrale e finale dello stesso capitolo, è stata incentrata su di una applicazione numerica, riguardante il progetto dello “Structural Health Monitoring” di una parte sensibile della struttura di un ATR-42. In questa occasione, oltre a mettere in evidenza i benefici tecnico-economici derivanti dall'applicazione dei nuovi sensori, si è anche calcolato il costo medio che ogni sensore dovrebbe possedere, affinché il passaggio alla nuova tecnologia risulti veramente conveniente.
Infine, nell'Appendice (A) è riportata la procedura di calcolo adoperata dal programma AFGROW, che è stato utilizzato dall'autore nel seguente lavoro di tesi, per costruire le varie curve di propagazione delle cricche.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La liberalizzazione del mercato del trasporto aereo, mediante l'emanazione dell'Air Deregulation Act sia negli Stati Uniti che in Europa, ha portato nei due continenti ad un incremento massiccio delle piccole compagnie aeree e di conseguenza ad una guerra delle tariffe senza precedenti. Le varie compagnie aeree, per diventare competitive, hanno adottato la strategia del taglio dei costi di tutto ciò che è stato considerato superfluo od accessorio ai fini del trasporto aereo, proponendo ai propri passeggeri, biglietti di viaggio a tariffe sempre più basse. La concorrenza agguerrita ha prodotto come risultato, il fallimento di alcune grandi compagnie aeree, le quali, disponendo di strutture di costi considerevoli e poco flessibili, non si sono potute adattare alla nuova situazione di mercato. La pressione sulle compagnie aeree rimaste però non si è mai allentata, infatti il libero mercato, invoglia nuovi competitori ad entrare nel settore, ristabilendo la concorrenza. Tutto ciò ha costretto le compagnie aeree a cercare nel dettaglio altre voci di costo da ridurre od eliminare del tutto. La manutenzione di un moderno velivolo civile e commerciale assorbe circa il 20 ÷ 25% dell'intero costo operativo ed è quindi una voce molto importante nel capitolo dei costi. Le regolamentazioni attuali però, salvaguardano in modo adeguato la sicurezza e non permettono nessuna sorta di risparmio sui costi di manutenzione. Le regole sono perentorie, infatti il loro mancato rispetto da parte della compagnia aerea o dell'azienda di manutenzione, può portare oltre alle sanzioni pecuniarie, anche alle sanzioni penali ed alla sospensione temporanea o definitiva delle relative licenze. E' chiaro però che il problema del costo della manutenzione è molto sentito dalle compagnie aeree, le quali hanno chiesto a gran voce alle case costruttrici dei velivoli in loro possesso, di studiare almeno delle soluzioni per poterne prolungare la vita operativa. Ad esempio, per i velivoli ATR-42 e 72, la casa costruttrice, sta attentamente valutando la possibilità di un prolungamento della loro vita operativa, dagli attuali 70.000 cicli ai 105.000 cicli. Alcune compagnie aeree e case costruttrici di velivoli, stanno invece collaborando con enti di ricerca ed industrie, allo sviluppo di sensori innovativi, da utilizzare per il monitoraggio strutturale. In quest'ottica si inserisce questo lavoro di tesi, volto ad analizzare l'attuale manutenzione di strutture aeronautiche, a ricercarne i limiti di carattere tecnico e le relative ripercussioni economiche ed a valutare i possibili rimedi offerti da sensori innovativi. Nel primo capitolo si è approfondito il tema della sicurezza del trasporto aereo, mettendo - 11 -

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aeronautica
aeronavali
afgrow
alenia
atr
bragg
corrosione
cricca
cvm
danneggiamento
fatica
gauss
manutenzione
nasgro
piezo
propagazione
sensore
sensori
shm
strutturale
tariffa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi