Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Brand Equity

Questa tesi analizza la valutazione deglli asset intangibili. La marca che cosa è e che cosa rappresenta ai fini del brand equity. La brand equity cosa è e quali sono i metodi per la sua valutazione corretta.

Mostra/Nascondi contenuto.
Pluderi Cecilia matr.2560791 4 GLI ASSET INTANGIBILI All’interno del dibattito, sviluppatosi negli ultimi 20 anni, sulla classificazione degli asset intangibili, va ricordata la tesi di Brugger, che riconduce a tre le caratteristiche degli intangibili: • essere all’origine di costi ad utilità differita nel tempo • essere trasferibili ( elemento di novità rispetto alle precedenti teorie, protegge dal rischio di sovrapposizioni e duplicazioni). • essere misurabili nel loro valore Nel marketing si citano come esempi d’intangibles le quote di mercato acquisite, la rinomanza del nome, i marchi, l’ampiezza e profondità della gamma, le relazioni con le reti di vendita, l'organizzazione commerciale e così via... Di regola gli intangibili specifici riguardano le aree del marketing e della tecnologia, altri settori, seppur essenziali per la produzione di risultati economici come il managment, sono difficilmente all'origine d’intangibili specifici; giacché mancano del requisito della trasferibilità e non possono essere considerati beni dotati di un loro autonomo valore. Altre tesi, come ad esempio quelle fornita da Vicari rilevano, invece, la necessità di abbandonare il requisito della trasferibilità, al fine di non escludere risorse rilevanti nella misurazione delle capacità aziendali, oppure altre, che rappresentano un compromesso, e che sostengono che gli intangibili hanno un loro autonomo valore al verificarsi di due condizioni( ferma restando la misurabilità): • effettiva estraibilità dall'impresa senza comprometterne l’esistenza. • che assicurino all'impresa un’adeguata redditività Queste tesi trovano conferma in quelle sostenute da Penman riassumibili nei seguenti concetti: • gli intangibili sono riconoscibili solo se misurabili con ragionevole precisione e supportati con obiettiva evidenza: CRITERIO DELL'AFFIDABILITA'

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Cecilia Pluderi Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5663 click dal 21/06/2006.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.