Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'analisi di impatto della regolazione: Veneto e Scozia a confronto

La ricerca analizza l'Analisi di Impatto della regolazione, uno strumento della Better Regulation. Lo studio è stato svolto comparando le vicende e le sperimentazioni attuate in Italia ed in particolare nella regione Veneto con la lunga tradizione d'Analisi d'Impatto del Regno Unito ed in particolare della Scozia. Le due regioni hanno presentato un modo significativamente diversto di implementare le indicazioni dell'Unione Europea in questo campo, l'analisi permette di avere un quadro approfondito di ciò che è avvenuto nei due contesti locali.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’interesse sviluppato per l’Analisi di Impatto della Regolazione e per le politiche di Better Regulation sono nate durante una lezione del master in “Regolazione politica dello sviluppo locale”. Le tematiche trattate dal prof. Radaelli e dal Dott. Vedovato hanno colpito il mio interesse che ho avuto modo di approfondire durante la mia esperienza universitaria presso la Exeter University in Devon (UK) nella quale il prof. Radaelli insegna. Questo bagaglio culturale e formativo è stato la base sulla quale costruire questa ricerca in dimensione comparata: sul concetto della Better Regulation come motore fondamentale per gestire un processo innovativo all’interno dell’Unione Europea e sugli strumenti di valutazione delle politiche locali, in particolare l’AIR appunto. La Commissione Europea ha costruito un impianto teorico per implementare "a strategy for further coordinated action to simplify the regulatory environment" 1 , nella qualche s’inseriscono gli strumenti principali della Better Regulation. Questa si fonda su alcuni fondamentali principi: la trasparenza, la responsabilità, la proporzionalità, la necessità, l’efficacia e la coerenza, che sono i punti teorici basilari su cui poi sviluppare una nuova metodologia per attuare le politiche comunitarie e all’interno dei paesi europei 2 . La Better Regulation mette in gioco una serie diversa di fattori interdipendenti e intercomunicanti: gli attori decisivi, i problemi collegati alla nascita di nuove politiche, le risorse conoscitive e le mezzi economici utilizzabili per modificare la governace, le regole d’interazione tra i vari livelli di governo coinvolti, i risultati che esprimono la qualità delle scelte politiche e dei mezzi individuati, e gli strumenti utilizzati ai diversi livelli dagli attori coinvolti. 1 EUROPEAN COMMISSION (2002) Action Plan on Better Regulation (COM(2002)278 final) 2 EU COMMITTEE (2002) Alternative Regulatory Models: Towards Better Regulation? , Belgium 4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Silvia Anastasia Contatta »

Composta da 443 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1104 click dal 28/06/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.