Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il dibattito sulla globalizzazione nelle principali riviste economiche italiane

La tesi si occupa del modo in cui il dibattito concernente la globalizzazione e' entrato nel mondo delle riviste economiche italiane e, piu' latamente, nella cultura scientifica.
La tesi si sviluppa su un duplice binario: dapprima quello volto ad un'indagine quantitativa e qualitativa del modo in cui il dibattito e' penetrato nella cultura iitaliana; in secondo luogo si e' indagato sui contenuti del dibattito stesso.
Le conclusioni, cui il lavoro perviene, sono che il dibattito nazionale si e' sostanzialmente uniformato a quello dominante sul palcoscenico della cultura internazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Nell’ iniziare questo lavoro ci viene a mente un aforisma del filosofo tedesco Friedrich Nietzsche: “il futuro influenza il presente tanto quanto il passato”. Questo perché, nell’ indagare su un tema come quello della globalizzazione, si nota immediatamente come le preoccupazioni degli studiosi della materia siano in eguale misura sia quella di determinare da dove e quando il fenomeno abbia preso inizio, che quella di prevedere e governare i possibili scenari futuri. Ciò nonostante la curiosità che ci ha portati ad intraprendere questo lavoro, ben presto volge in delusione poiché dietro questo gran parlare si cela in realtà molta confusione ed incompetenza sull’ argomento da parte degli stessi addetti ai lavori 1 e pertanto non pare sbagliato ipotizzare che molti di coloro che lo fanno utilizzino questo termine “alla moda” più per dimostrarsi colti e preparati che non per affrontare seriamente i problemi sul tappeto. A dimostrazione di ciò sta il fatto che il dibattito sul tema abbia creato, a livello intellettuale, un partito “trasversale” all’ interno del quale si collocano i soggetti più disparati, provenienti dalle più diverse formazioni politiche, culturali ed estrazioni sociali: non è raro trovare economisti di formazione Keynesiana tanto all’ interno del blocco globalista che di quello anti-globalista, così pure come si possono trovare accomunati a sostegno della globalizzazione politici che culturalmente provengono da ideologie che si sono contrapposte all’ economia di mercato 2 ed imprenditori che lo hanno sempre propugnato 3 . 1 “Il dibattito sulla globalizzazione è un esempio della mancanza di idee adeguate a spiegare i problemi economici contemporanei, del forte contenuto ideologico della disciplina economica , e del ritardo accumulato nei confronti della realtà” da Balcet,G. La globalizzazione al di là dei miti ne “Il Mulino” anno 1999 vol. 48 fasc. 381 pagg. 26-40 2 Fassino,P. Come governare la globalizzazione da “Europa/Europe” anno 2000, vol. 9, fasc. 2 pagg 11-15 e Gorbachev,M. Globalizzazione secondo me da “Impresa sociale” anno 2000, vol. 51, fasc. 3 pagg 91-94 3 Agnelli,G. Verso l’ economia globale (dibattito). La sfida del nuovo welfare state da “L’ impresa” anno 1997, fasc. 5 pagg 14-17

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianluca Bertini Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2255 click dal 29/04/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.