Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Giovanna d'Arco: mistica e martire

La condanna al rogo di Giovanna d'Arco, il 29 maggio 1431, ha riaperto l'interesse nei suoi confronti, dando origine a cinque secoli di ricerche sulla sua figura e sul suo culto, che si fondono nell'unico problema della "missione della Pulzella". E' LA SANTA MISTICA E MARTIRE che appare nel presente lavoro, preoccupata di trasmettere, oltre da una precisa conoscenza degli eventi storici, la fiamma ardente che animò il suo cuore.L'ambivalenza tra lo spirituale ed il temporale ha fatto della Pulzella una delle figure più enigmatiche della storia del cristianesimo occidentale, attirando su di sè l'interesse di numerosi storici, in particolar modo nel corso del XIX secolo, durante il quale si ebbe una rivalutazione della figura di Giovanna d'Arco, grazie ai numerosi studi e lei dedicati: si pensi alle numerose opere pubblicate da J. Quicherat. Ai giorni nostri, l'interesse crescente verso la Pulzella d'Orléans è legato al fatto che i valori di cui ella è l'esempio, sono imedesimi su cui si basa la vita dell'individuo nella società moderna. Se si considera che dalla fedeltà agli impegni fondamentali dipende il senso dell'identità della persona (minacciata da diverse forme di oppressione), è rimarchevole vedere Giovanna d'Arco far voto di castità, significando con ciò la sua totale fedeltà al Signore. La figura di Giovanna d'Arco ed il suo operato sono stati spesso distorti nel corso dei secolied asserviti in funzione del nazionalismo francese. Nonostante tutto, la Pulzella rappresenta ancor oggi un esmpio straordinario di santità, avendo vissuto il martirio e conosciuto l'esperienza mistica. Ella rappresenta un modello, seppur lontano nei secoli, a cui guardare in un'epoca di crisi dei valori civili e religiosi.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo I GIOVANNA D’ARCO MISTICA E MARTIRE 1.1 Giovanna d’Arco eroina francese: la Pulzella d’Orléans “Dans mon pays on m’appelait Jeannette, mais on m’appela Jeanne quand je vins en France” 1 , con queste parole Giovanna d’Arco aprì la prima seduta del processo di condanna. Senza dubbio, esse ben testimoniano il carattere enigmatico che la giovane ha mantenuto nel corso della storia, rappresentando una delle figure simboliche ed allo stesso tempo più controverse della storia del cristianesimo occidentale. Numerose opere, pubblicate all’indomani della morte, testimoniano dei sentimenti che la ispirarono, facendola apparire come figura simbolo della nazione francese. Non bisogna dimenticare che dal punto di vista storico Giovanna d’Arco rappresenta una scoperta recente: solo nel periodo tra il 1841- 1849 lo storico Jules Quicherat pubblicò i testi che la riguardavano 2 . Sino ad allora, la sola immagine che si poteva avere del personaggio proveniva dalla lettura dei manoscritti dei processi, rispettivamente di 1 P. TISSIER– Y. LANHERS, Procès de condamnation de Jeanne d’Arc, Paris 1960, p.15. 2 P. DUPARC - J. QUICHERAT, Procès de condamnation de Jeanne d’Arc et Procès en nullité de condamnation de Jeanne d’Arc, Paris 1841-1849

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Mazzoni Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2664 click dal 23/07/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.