Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Storia e politica dell'integrazione europea

La Comunità europea è un sistema politico giuridico molto complesso e di difficile definizione.
Un sistema nuovo, diverso dalle normali organizzazioni internazionali, il quale si avvicina ad una entità di tipo federale e vive al suo interno molte contraddizioni .
Questo sistema europeo vive un paradosso politico istituzionale: accanto ad un forte dinamismo giuridico, si ha una paralisi della politica , però i due aspetti sono strettamente connessi . Infatti il Weiler analizza il rapporto tra ordinamento giuridico e processo politico , fra la Corte e le istituzioni politiche e dimostra la necessità di una analisi del diritto all' interno del suo contesto politico .
Ma questo processo politico giuridico della Comunità è solo apparente, perché sia la politica che il diritto sono funzionali l' uno all'altro e dalla interazione di questi due settori è nata una Comunità europea diversa dalle varie organizzazioni internazionali e associazioni di Stati.
Dice il Weiler che “il periodo istitutivo è stato visto dai giuristi come l'epoca eroica della costruzione di un ordinamento costituzionale in Europa , come un periodo in cui si cono gettate le fondamenta di un'Europa federale” .
“Una comprensione di questo periodo può essere conseguita solo unificando queste due visioni contrastanti in un’ unica cornice in cui l’interazione tra l’elemento giuridico e quello politico , e il conseguente equilibrio , venga a costituire la vera caratteristica fondamentale della struttura giuridica europea e dei suoi processi politici.
Una Comunità politica, unica, che ha conseguito una integrazione di Stato federale classico, senza minacciare gli Stati membri, che ne sono usciti rafforzati . Per una analisi della Comunità, dal punto di vista della sua evoluzione giuridico politico, il Weiler suddivide lo sviluppo della costruzione europea in tre periodi : dal 1958 alla metà degli anni '70 ; dalla metà degli anni '70 agli anni '80 ; dal 1992 in poi. In questi periodi le varie fasi della evoluzione del processo giuridico è caratterizzato da grande trasparenza, invece il processo politico è molto più oscuro.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione: L' Unione Europea (UE), una famiglia di paesi europei democratici, i quali si sono impegnati a lavorare insieme per la pace e la prosperità , non è uno Stato che si propone di sostituire gli Stati già esistenti, ma è qualcosa di più rispetto alle altre organizzazioni internazionali. L' UE è qualcosa di unico. I suoi Stati membri hanno creato una serie d'istituzioni comuni , alle quali delegano una parte della loro sovranità in modo che le decisioni su questioni specifiche d'interesse comune possano essere prese democraticamente a livello europeo. Tale unione delle sovranità viene chiamata anche "integrazione europea". Un contributo particolare al processo d'integrazione dell'Europa è dato dal giurista israeliano Joseph H.H. Weiler. Gli scritti del Weiler hanno segnato un momento importante della riflessione sulla realtà comunitaria con la lettura originale del principio di sovranità , premessa del processo di costituzionalizzazione , con la rappresentazione del principio di sovranazionalità e originalità della sua costruzione nell'orizzonte del sistema comunitario. Alle origini la storia della Comunità ha attraversato momenti di euforia federalista, la quale si calmò nel tempo, allorché congiunture difficili, fecero

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Francesco Capriglione Contatta »

Composta da 35 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7398 click dal 04/07/2006.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.