Skip to content

Zen and Karatedo: A Comparative Analysis of the Practices, Attitudes, and Effects on the Practitioners

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Diluvio
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 1999
  Università: University of San Carlos
  Corso: Philosophy
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 103

The study aimed to present the close relationship between Zen and Karate-do by analyzing and comparing their individual practices, attitudes, and their effects on the practitioners. The study attempted to answer the following sub-problems on: (1) the brief historical development of Zen and Karate-do; (2) the comparison between the practices and attitudes of Zen and Karate-do; and, (3) the benefits of Zen and Karate-do to their individual practitioners.

To find the answers to the above-stated problems, the researcher used analytical and comparative interpretation of the individual practices, attitudes, and the effects to their practitioners of Zen and Karate-do. The above interpretation was made possible through analyzing the principles of Zen training hermeneutically, i.e., as perceived and understood by the researcher hermeneutically, as what the text presented itself to him. This, in turn, was compared with principles of Karate-do training as again perceived and understood through actual practice by this researcher.

The findings showed that there are more similarities than dissimilarities between Zen and Karate-do. The similarities were noted in their individual practices, attitudes, and benefits they offered to their individual practitioners. The findings further showed that Zen and Karate-do are essentially and in principle the same in their practices of posture, breathing, control and bowing. They only differ in the emphasis of training. Karate training, whose ultimate goal is also spiritual development (Jinkaku kansei ni tsutomoru koto), achieves its goal through physical development.

The similarity in the attitudes lies in the fact that both have the same Buddhist philosophy and adhere to the same Buddhist principles of training: novice’s mind, naturalness/spontaneity, single-mindedness, repetition and constancy, concentration, and attachment/nonattachment.
Their benefits are similar in content: both offer spiritual as well as physical benefits.

The findings have shown that the relationship between Zen and Karate-do lies in the similarities: in their individual historical development in Japan, in their practices, attitudes and benefits they offer their practitioners.

The findings showed that there were four historical features in the development of Zen and Karate-do in Japan.

The findings definitely showed that there are ample similarities in their individual practices of posture, breathing, control, and bowing.

The findings further pointed out that the practice of both Zen and Karate-do cannot be effective and fruitful unless the correct attitudes toward such practice are followed and internalized. These attitudes are the following: the novice’s mind, naturalness/spontaneity, single mindedness, repetition and constancy, concentration, and attachment and nonattachment.

The findings have also proved that Zen Buddhism is the philosophy behind the training of both Zen and Karate-do. Its principles on meditation permeated the practice of Zen and Karate-do. Its principles on attitudes became the necessary guidelines for practice.

The findings also disclosed the close similari8ties of the spiritual and physical benefits which Zen and Karate-do offer to their respective practitioners.

Zen and Karate-do cannot be learned effectively by self-study, through books and other materials. What one can learn through them are just general information on Zen and Karate-do but not the essence and experience of Zen and Karate-do.
Finally, the heart and soul of right practice for Zen and Karate-do is meditation. This practice helps the person attain enlightenment and perfection of character respectively.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Chapter 1 INTRODUCTION Rationale of the Study How can Buddhism, which holds life and peace very sacred, be a guide for Karate-do, a martial art that seems to be violent "by nature"? How can Zen Buddhism be the philosophy for Zen and Karate-do when there is a seeming controversy on its being a philosophy? 1 These questions had led the researcher to undertake the study of Zen and Karate-do in the light of a philosophy which is peculiarly Japanese in character: Zen Buddhism. The researcher, being a practicing karate-ka (a student of Karate-do), was further challenged to undertake the study because of the various biases and misconceptions regarding Karate-do that are prevalent in the Philippines. Karate has become very popular in the past two decades throughout the world. Students, teachers, professionals, artists, and businessmen alike have taken up karate as a form of exercise for physical fitness as well as for self-defense training. In several universities in Japan, Karate-do (the way of karate) is now a compulsory subject. The number of karate enthusiasts is increasing yearly. 1 Several authors of almost all English language commentaries on Zen Buddhism are in agreement that Zen Buddhism is not a philosophy. In this study, however, Zen Buddhism is considered as a philosophy. This same phenomenon is also occurring here in the Philippines. The rapid growth, however, has brought about some positive and negative consequences. Positively, karate-do is introduced to the Filipino scene as a new sport and physical fitness activity. Negatively, its increasing popularity has generated certain mistaken and regrettable notions and impressions that run counter to the real meaning and philosophy of Karate-do. These notions and impressions have impaired the proper

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

buddhism
japanese buddhism
karate
karate-do
karatedo
nishida kitaro
zen

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi