Skip to content

La promozione della marca attraverso il museo aziendale: il caso Guinness Storehouse

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Magri
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Relazioni Pubbliche
  Relatore: Andrea Semprini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 189

Nella mia tesi ho descritto e analizzato le varie forme comunicative che tutte le grandi Brand, ed in particolare Guinness, utilizzano per riuscire a distinguersi nel mercato. Dalla classica pubblicità, sui vari mezzi di comunicazione, alle sponsorizzazioni sportive e culturali, dall’utilizzo delle relazioni pubbliche all’impiego di forme comunicative come il direct marketing o internet, dalla commercializzazione di un’ampia gamma di prodotti con il logo della Guinness alla natura comunicativa delle infrastrutture e dello stabilimento irlandese. Ho analizzato una forma di comunicazione che da alcuni anni è molto utilizzata dalle grandi marche, anche se solo recentemente ha assunto una posizione di rilievo: il museo aziendale. Ho spiegato come il concetto di museo aziendale si sia evoluto negli anni, diventando, da semplice luogo dove poter ammirare la storia dell’azienda e comprare, al massimo, qualche gadget, un vero e proprio parco a tema della marca, dove si può ammirare il mondo fantastico creato dal brand a 360°, entrare a far parte di un gruppo selezionato con cui la marca comunica in modo confidenziale ed amichevole. Dopo aver analizzato le differenze culturali tra la concezione dei musei aziendali italiana ed anglosassone, cercherò di costruire una panoramica sull’evoluzione dei musei della Guinness, partendo dalla semplice concezione del Guinness’s Museum.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione La scorsa estate mi sono recato, per perfezionare il mio inglese, in una delle più controverse e affascinanti capitali europee: Dublino. Essa, infatti, rappresenta la linea di confine tra una cultura fortemente tradizionale, fatta di superstizioni e credenze contadine, ed un’evoluzione economica e tecnologica impressionante. Crescita dovuta, in particolare, agli incentivi europei e al conseguente interesse da parte di molte imprese europee e multinazionali di trasferire in Irlanda molte loro attività. L’Irlanda è, nell’immaginario comune, una distesa verde smeraldo, con una popolazione molto amichevole e, soprattutto, Guinness. La più famosa Stout al mondo, infatti, è riuscita, nell’arco dei suoi 245 anni di vita, non solo ad essere un simbolo rilevante con il suo paese d’origine ma, addirittura, a creare un rapporto d’interdipendenza talmente solido da realizzare un messaggio che oltrepassa i confini della marca, per fondersi con essa. La mia analisi inizierà con un breve cenno storico, per capire la nascita della fratellanza tra Dublino e la sua più importante industria. Importanza che, negli anni e per parecchie generazioni, ha avuto Guinness per tutti i Dubliners, diventando il fulcro della città, un catalizzatore di energie come dimostra la somiglianza tra il logo di Guinness e il simbolo dell’Irlanda, o le grandi feste realizzate negli anniversari della celebre marca. In seguito incentrerò l’attenzione sul mercato delle birre, sul calo di vendite registrato negli ultimi anni e sulle problematiche del mercato, in particolare di quello europeo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aziendale
birra
comunicazione
dublino
eventi
guinness
guinness storehouse
irlanda
marca
musei aziendali
museo
nuove forme di comunicazione
promozione
pubblicità
relazioni pubbliche
semprini
storehouse

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi