Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione delle figure soggettive nel settore del trasporto stradale

Qesta tesi tratta l'evoluzione dei soggetti operanti nel settore del trasporto stradale passando dal vettore semplice allo spedizionere, alla figura del operatore multimodale e ultimamente a quella dell'operatore di logistica. L'evoluzione di queste figure è stato acompagnato anche con l'evoluzione della relativa normativa.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 5 – 1.1 NOZIONE E CARATTERISTICHE DEL CONTRATTO DI TRASPORTO L’art 1678 c.c. definisce il contratto di trasporto come il contratto con il quale il vettore si obbliga “verso corrispettivo, a trasferire persone o cose da un luogo ad un altro” 1 . È evidente che qualsiasi attività di trasporto 2 viene effettuata tramite un mezzo di trasporto. Ed è proprio la diversa natura del mezzo che ha indotto il legislatore del 1942 a disciplinare in modo diverso il trasporto stradale (effettuato con mezzi stradali), il trasporto marittimo 1 Nel codice del 1865 il contratto di trasporto costituiva una sottospecie della famiglia della locatio operis,ma attualmente il trasporto è distinto da tale famiglia ed è un contratto tipico. Sulla tipicità del contratto di trasporto, v. A. ASQUINI, Del contratto di trasporto, in Il codice di commercio, commentato e coordinato da BOLAFFIO, ROCCO, VIVANTE, vol. VI, Torino, 1935, pag. 57; Più recentemente, M. GRIGOLI, Il trasporto, in Trattato di diritto privato, diretto da P. RESCIGNO, vol. XI, Torino, 1984, pag. 746 ss. 2 In un’ottica generale, le attività economiche si possono classificare: - in primarie, cioè quando consistono in ottenimento di beni in stato naturale (ad esempio l’agricoltura, le industrie estrattive, ecc..), - in secondarie, che danno vita ad un vero e proprio processo fisico di trasformazione delle materie prime in prodotti finiti (in questa categoria rientrano ad esempio le imprese industriali), - e terziarie, le quali realizzano una produzione di servizi, attraverso una combinazione di beni già realizzati ed il fattore lavoro. Le attività di trasporto di cui all’art 1678 c.c. che sono caratterizzate dall’assunzione dell’obbligo, a carico del vettore, di trasferire persone o cose da un luogo ad un altro, rientrano nella categoria delle attività economiche terziarie, e quindi nel settore di produzione di servizi.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marseda Shkodra Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1581 click dal 31/08/2006.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.