Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La motivazione al lavoro nella professione infermieristica

In questo studio viene trattato il tema della motivazione al lavoro nella professione infermieristica.Sulla base di una mappatura delle diverse teorie e della partecipazione a interventi sul campo è stato costruito uno strumento ad hoc per la misurazione di quali leve motivazionali siano soggettivamente ritenute più importanti dalla figura dell'infermiere operante presso la struttura odpedaliera Santa Maria degli Angeli di Pordenone.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il tema della motivazione in ambito lavorativo si è rivelato essere, ormai da tempo, di grande interesse sia per i singoli lavoratori sia per le organizzazioni dove essi prestano servizio. L’attenzione a questo argomento non è stato determinato esclusivamente dalla compresenza di un ampio panorama di teorie che enfatizzano di volta in volta diversi aspetti e che scatenano sentite controversie; ma soprattutto dalle sue potenzialità applicative dirette. Maggiormente stimolante dunque sembra essere la possibilità di indagare quali siano le leve motivazionali che intervengono in contesti fortemente in cambiamento, quale potrebbe essere attualmente il locus dell’Azienda ospedaliera. Infatti, in questo mio lavoro ho cercato di rilevare, attraverso un questionario costruito ad hoc, quali fattori influenzino maggiormente la motivazione al lavoro di un particolare campione della popolazione ospedaliera: gli infermieri, anch’essi figura professionale attraversata da significative trasformazioni. Nel primo capitolo ho cercato di contestualizzare l’ambito della mia ricerca, esplicitando i diversi cambiamenti in atto nell’ospedale, la sua aziendalizzazione e regionalizzazione, prospettive future e caratteristiche del percorso di sviluppo. Nel secondo capitolo ho focalizzato la mia attenzione sul ruolo dell’infermiere, anche in rapporto ai sistemi qualità, sul suo profilo professionale e sui cambiamenti in atto, con una certa attenzione alle conseguenze della recente riforma universitaria. Nel terzo capitolo ho proceduto con la presentazione di alcune teorie motivazionali tra le più importanti e ad alcune classificazioni delle stesse, per continuare, nel quarto capitolo, con la presentazione vera e propria della ricerca. Colgo l’occasione per porgere i miei ringraziamenti per la collaborazione e la disponibilità dimostrata alla Prof.ssa Roberta Maeran, docente dell’Università di Padova, all’Azienda Ospedaliera “Santa Maria degli Angeli” di Pordenone e, in particolare alla Dott.ssa Francesca Portolan, Responsabile del Servizio psicologico, e al Dott. Lucio Dell’Anna, Responsabile della Formazione, oltre che al Dott. Michele Valerio e a tutto lo studio Eupragma S.r.l. di Udine. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Alessia Caporale Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 23348 click dal 17/07/2006.

 

Consultata integralmente 55 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.