Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La revisione delle immobilizzazioni materiali

L'obiettivo del mio lavoro è stato quello di analizzare l'attività di revisione contabile, facendo particolare attenzione al controllo contabile sulle voci dello stato patrimoniale relative alle immobilizzazioni materiali. Il motivo per cui ho scelto di analizzare questa tipologia di voci di bilancio è l'innovazione che l'introduzione degli ias ha comportato su queste voci, in particolare per la possibilità di valutazione dei cespiti al fair value. Il lavoro è completo e parte dall'analisi di quella che è la disciplina tecnico-normativa-contabile che il revisore deve seguire nel controllo di bilancio. Quindi si analizza dapprima la normativa codicistica, la normativa contabile nazionale e la normativa contabile internazionale, ossia gli IAS, con riferimento particolare allo IAS 16. Dopo essermi soffermata sulla valutazione al fair value e all'analisi della sua contabilizzazione e i suoi risvolti in bilancio, sono passata ad analizzare quella che è la vera e propria attività del revisore sulle immobilizzazioni materiali e che tipo di procedure egli deve seguire nella verifica contabile di tali voci di bilancio.>Durante la stesura del mio lavoro mi sono poi soffermata ad analizzare i risvolti tributari dell'applicazione di eventuali procedure di ammortamento, anzichè altre,con particolare riferimento all'ammortamento dei terreni su cui insistono i fabbricati. Ho analizzato brevemente anche la nuova possibilità di deduzione extracontabile di ammortamenti e accantonamenti effettuati solo in applicazione di norme tributarie, che di fatto dà la possibilità al redattore del bilancio di evitare una sovrapposizione del bilancio redatto ai fini civilistici con quello redatto ai fini fiscali, e mettendo in atto il cosiddetto "doppio binario". Inoltre, importanza è stata anche assegnata al caso delle perdite di valore e alla nuova procedura di contabilizzazione fornita dallo IAS 36, con l'applicazione dell'impairment test e l'esplicazione di un caso pratico.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La revisione di un bilancio può essere definita come un’insieme di controlli e procedure che, con un susseguirsi di passi logici, consentono al revisore di affermare la conformità del bilancio alle norme che ne disciplinano la redazione, interpretate e integrate dai principi contabili di generale accettazione. Il giudizio professionale del revisore in merito alla chiarezza, verità e correttezza della rappresentazione della situazione reddituale, finanziaria e patrimoniale dell’azienda sottoposta a revisione, attiene esclusivamente alla valutazione dell’attendibilità del bilancio e non all’efficacia e all’efficienza con cui l’azienda è stata amministrata. Per poter affermare ciò i revisori contabili o i sindaci devono verificare ogni voce di bilancio studiandone e verificandone l’esistenza, la completezza e le modalità di valutazione, acquisendo ogni elemento probativo ritenuto necessario per lo scopo. Tuttavia la revisione contabile non può dare una garanzia assoluta sull’attendibilità del bilancio, poiché essa è mirata a fornire una ragionevole sicurezza che il bilancio nel suo complesso non sia viziato da errori significativi.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Lucia Corona Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8989 click dal 17/07/2006.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.