Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Distretti industriali e mercati internazionali

Il presente lavoro concentra l'attenzione sul ruolo delle imprese multinazionali (IMN) nell’economia internazionale. Analizza, in primo luogo, le IMN da un punto di vista teorico e generale (definizioni, caratteristiche, dimensioni, ...), studia poi la loro presenza nel mondo e in Italia, il loro rapporto con le PMI locali e l'influenza che hanno sui distretti industriali italiani in cui si insediano. In particolare si mettono a fuoco, dopo una primaria descrizione degli elementi che le caratterizzano, la presenza delle IMN e la loro dislocazione territoriale nel mondo con particolare riferimento all’Italia, considerando in tale contesto anche il grado di multinazionalizzazione e la competitività internazionale dell’industria italiana e la rilevanza delle strategie e dell'organizzazione interna dell’IMN, in ordine al tipo di relazione che essa può instaurare col contesto locale di insediamento, considerando come ambito di riferimento particolare la dimensione distrettuale dell’industria. In ultima analisi si studia, a titolo di esempio, il caso di un’azienda multinazionale italiana, la Merloni Elettrodomestici, che, nata nel 1975, è cresciuta in breve tempo divenendo uno dei primi tre produttori europei di elettrodomestici.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Nella realtà si osservano frequentemente imprese dalla struttura più complicata della semplice impresa monoprodotto. Si osservano, ad esempio, imprese multiprodotto che producono contemporaneamente più beni finiti e destinabili al consumo. Questo tipo di impresa è noto come impresa integrata orizzontalmente. Si osservano, poi, anche imprese che sviluppano al loro interno più fasi produttive, ovvero che producono prima alcuni beni intermedi, i quali, a loro volta, vengono utilizzati per la produzione di beni finali. Quando un'impresa processa più fasi della produzione e quindi produce beni e/o servizi intermedi, è detta integrata verticalmente. La possibilità di integrazione dà luogo, in un contesto internazionale, a forme produttive del tutto particolari: le imprese multinazionali (IMN). Una multinazionale è una società che possiede o controlla la produzione o la fornitura di prodotti/servizi in almeno due Paesi. La dimensione e gli obiettivi delle multinazionali sono diversi: alcune si collocano in una sola regione politica o geografica, mentre altre hanno centinaia di succursali che operano in tutto il mondo e hanno bilanci equivalenti al PIL di un intero Paese. Alcune operano prevalentemente

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandra Falasca Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7088 click dal 24/07/2006.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.