Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caratterizzazione del rischio nella valle del Toka (Ungheria) per contaminazione da metalli pesanti

La necessità di disporre e di procedere verso un coordinamento tra le ricerche afferenti a settori di interesse complementari tra loro e in particolare tra approfondimento delle conoscenze ambientali da un lato e tossicologiche dall'altro, ha portato, anche sotto il profilo programmatico e gestionale, all'evoluzione, dal 1987 ad
oggi, di vari programmi di ricerche ambientali promossi e finanziati dalla Commissione della Comunità Economica Europea.
Questo progetto è stato frutto di una collaborazione congiunta tra il Department of Agricultural and Chemical Technology della Budapest University of Technology and Economics e l’Università di Bologna ed ha visto l’intervento di numerosi ricercatori e studiosi provenienti da vari Stati dell’Unione Europea. Il presente lavoro rappresenta solo una parte di un più vasto progetto di valutazione del rischio che ha preso in considerazione tutti gli aspetti e le conseguenze di una contaminazione ambientale: dalla valutazione della biodiversità dei microorganismi e delle piante, all’impatto del bioleaching sulle acque superficiali; dal
rischio per l’ambiente dei sedimenti accumulati nei bacini di accumulo e nei laghi, all’effetto tossico sul macrozoobenthos locale fino alla misura dell’accumulo dei metalli pesanti nel suolo e nelle piante. In particolare, in questo studio vengono esaminati gli accumuli di alcuni metalli pesanti nel suolo e nei sedimenti di alcune aree lungo la valle del fiume Toka ed i loro possibili effetti tossici.
L’area di Gyöngyösoroszi è un ottimo sito per analizzare l’impatto che ha
un’attività mineraria a livello ambientale e tossicologico. I metalli pesanti, come noto, possono essere estremamente tossici e i loro deleteri effetti sulla salute sono ben conosciuti. Fin da quando quest’area non era ancora protetta contro la contaminazione ambientale, sono state individuate varie sorgenti e percorsi di contaminazione ed
esposizione per l’uomo. Grazie, quindi, a queste continue indagini che si sono succedute dal 1990 ad oggi, questo sito costituisce un’eccellente opportunità e palestra di esercizio per ambientalisti, tossicologi, scienziati, per sviluppare assessments ambientali, studi di fattibilità e/o di rischio anche grazie alla disponibilità ed alla collaborazione degli Enti e
delle Istituzioni locali. Grazie all’intervento di varie Aziende specializzate e di esperti ambientali di tutta Europa oltrechè delle Università Statali ungheresi, l’area in esame è stata in parte già caratterizzata e sono disponibili vari documenti. Tuttavia, considerata la gravità e l’estensione della contaminazione ancora molto resta da fare.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 ______________________________________________________________________ ______________________________________________________________________ Prefazione. La necessità di disporre e di procedere verso un coordinamento tra le ricerche afferenti a settori di interesse complementari tra loro e in particolare tra approfondimento delle conoscenze ambientali da un lato e tossicologiche dall'altro, ha portato, anche sotto il profilo programmatico e gestionale, all'evoluzione, dal 1987 ad oggi, di vari programmi di ricerche ambientali promossi e finanziati dalla Commissione della Comunità Economica Europea. Questo progetto è stato frutto di una collaborazione congiunta tra il Department of Agricultural and Chemical Technology della Budapest University of Technology and Economics e l’Università di Bologna ed ha visto l’intervento di numerosi ricercatori e studiosi provenienti da vari Stati dell’Unione Europea. Il presente lavoro rappresenta solo una parte di un più vasto progetto di valutazione del rischio che ha preso in considerazione tutti gli aspetti e le conseguenze di una contaminazione ambientale: dalla valutazione della biodiversità dei microorganismi e delle piante, all’impatto del bioleaching sulle acque superficiali; dal rischio per l’ambiente dei sedimenti accumulati nei bacini di accumulo e nei laghi, all’effetto tossico sul macrozoobenthos locale fino alla misura dell’accumulo dei metalli pesanti nel suolo e nelle piante. In particolare, in questo studio vengono esaminati gli accumuli di alcuni metalli pesanti nel suolo e nei sedimenti di alcune aree lungo la valle del fiume Toka ed i loro possibili effetti tossici. L’area di Gyöngyösoroszi è un ottimo sito per analizzare l’impatto che ha un’attività mineraria a livello ambientale e tossicologico. I metalli pesanti, come noto, possono essere estremamente tossici e i loro deleteri effetti sulla salute sono ben

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Riccardo Addobbati Contatta »

Composta da 55 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 657 click dal 31/07/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.