Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio Geomorfologico e implementazione GIS della struttura sinclinalica di Rocca d'Olgisio. Proposta di un percorso geoturistico

Questa tesi sperimentale si è posta come obbiettivo di ricerca la generazione di un modello tridimensionale della sinclinale di Rocca d’Olgisio, attraverso l'ausilio della suite di ESRI.
LA Rocca d'Olgisio è una zona particolarmente interessante oltre che dal punto di vista prettamente geologico, anche dal punto di vista storico-culturale poiché le grotte visitate offrivano rifugio e protezione per i nostri antenati.

A cavallo tra il torrenti Chiarore e Tidone si erge lo spettacolare Rocca d’Olgisio, una fortezza medievale usata a scopo difensivo per la sua posizione strategica e per l’imponente muraglia attorno ad essa, infatti si contano ben tre cinte di mura, costruite per proteggere la Rocca dagli attacchi esterni.

Sotto l’aspetto geomorfologico l’area è segnalata come un’importante esempio di particolare interesse e si identifica come una sinclinale sospesa a forma di “canoa”, si tratta di un esempio didattico dell’evoluzione subita da una struttura a pieghe in rocce stratificate. Nel passato questa struttura dobbiamo immaginarla come un’alternanza di anticlinali e sinclinali, le prime più elevate sono state smantellate perché più esposte agli attacchi esogeni, portando a nude le sinclinali. La nostra zona corrisponde a una di queste sinclinali rimaste “sospese” rispetto le zone circostanti che hanno subito un maggior smantellamento.
La parte centrale è attraversata dal torrente Chiarore, il quale taglia ortogonalmente la struttura nel suo punto più depresso che coincide con il centro della canoa; inoltre è stata modellata nella parte più occidentale dal rio Tinello, il quale a tagliato la locale successione mettendo bene in evidenza la successione della Formazione di Ranzano, un’alternanza di strati duri (arenaria) e strati più teneri (argille e argille-marnose).

Nella parte meno cementata dell’ Arenaria di Ranzano si sono formate numerose grotte formatesi appunto per il disfacimento dell’arenaria, all’interno di queste grotte sono ben riconoscibile le “strutture alveolari” formatesi per erosione selettiva (pioggia, vento e gelo-disgelo).
All’interno della tesi di queste grotte, ancora non tutte accessibili, ho creato un percorso geoturistico adibito raggiungere le principali grotte e i siti di maggior interesse didattico, infatti oltre che per le grotte, il sentiero passa anche per l’antico altare costruito di fronte al M. Aldone e per i gradini in roccia ancora conservati dai tempi in cui furono costruiti.

Per quanto riguarda il modello tridimensionale, il lavoro è stato svolto con ArcGis di ESRI con l’ausilio delle CTR-UTM e delle IGM in formato cartaceo accuratamente scannerizzate per avere un formato digitale compatibile con la logica del computer. La possibilità di avere un modello digitale tridimensionale offre notevoli vantaggi sullo studio di un rilievo, poiché da la possibilità di capire in modo semplice e preciso l’andamento della superficie topografica e inoltre offre un modo diretto di visualizzazione di come si presente effettivamente la struttura oggetto di studio.

Per concludere vorrei sottolineare l’importanza della sinclinale di Rocca d’Olgisio come bene culturale, considerando tutti vari beni che ci offre, dal punto di vista naturalistico che culturale.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Capitolo 1: INTRODUZIONE E OBBIETTIVI DELLA TESI In Val Tidone, nell’Appennino piacentino, è presente un rilievo strutturale di straordinaria valenza scientifica e didattica. Si tratta, in particolare, di una sinclinale sospesa, residuo di una ben più estesa struttura a pieghe, per il resto distrutta dagli agenti della degradazione. La presente tesi si propone come obbiettivo l’analisi geomorfologica della suddetta struttura sinclinalica di Rocca d’Olgisio, la creazione del relativo modello digitale del terreno e la definizione di un sentiero per escursioni geoturistiche atto a raggiungere le zone di maggior interesse geomorfologico. Il lavoro di questa tesi è stato suddiviso in quattro punti fondamentali: 1. Raccolta di dati riguardanti la geologia e la geomorfologia della zona. In particolare è stata consultata la bibliografia ed è stato effettuato un rilevamento di massima con ausilio di foto aree stereoscopiche ai fini di un inquadramento dell’area.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Massimo Zangrossi Contatta »

Composta da 55 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1047 click dal 24/08/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.