Skip to content

Casi e materiali di contrattazione aziendale

Informazioni tesi

Master in Relazioni Industriali
  Autore: Rita Loi
  Tipo: Tesi di Master
Master in
Anno: 2005
Docente/Relatore: Piera Loi
Istituito da: CSRI Centro Studi Relazioni Industriali
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 290

La contrattazione collettiva è una delle più importanti manifestazioni dell’autonomia collettiva usata per tutelare gli interessi collettivi in un sistema di relazioni industriali. In Italia, lo strumento principale di decentramento contrattuale è la contrattazione aziendale, anche se a volte le parti preferiscono la contrattazione territoriale. Altre forme di contrattazione esistenti sono: il contratto interaziendale, il contratto di gruppo, il contratto d’area, il patto territoriale, il contratto di riallineamento retributivo. Essa, per quanto articolata ed approfondita, non va mai a sostituirsi alla contrattazione svolta a livello nazionale.

Tra gli istituti maggiormente trattati troviamo il premio di rendimento (o di produzione o per obbiettivi), che dovrebbe essere, secondo il Protocollo ’93, una somma variabile la cui variabilità dipende da obbiettivi predeterminati, realisticamente raggiungibili e misurabili attraverso una serie di parametri ed indicatori. Altri argomenti discussi sono l’orario di lavoro e la flessibilità, la sicurezza sul luogo di lavoro, i buoni pasto e gli altri benefit concedibili dall’azienda.

Il premio per obbiettivi consente di tenere sotto controllo il costo del lavoro e le altre variabili economiche ed aumenta il grado di coinvolgimento e la partecipazione dei lavoratori. È fondamentale la scelta degli obbiettivi e dei parametri che li dovranno misurare accertandone il raggiungimento. L’introduzione di un premio realmente efficace passa attraverso lo sviluppo di un sistema di relazioni sindacali basato su meccanismi di partecipazione e condivisione. Le imprese, specie quelle in difficoltà sul mercato, pensano di non poter fronteggiare l’erogazione del premio quando in realtà potrebbe essere proprio quello il momento giusto per investire e rilanciarsi sul mercato.

In esame sono stati presi i contratti di secondo livello siglati in Sardegna nei diversi settori, attribuendo maggiore attenzione ai diversi meccanismi di premio per obbiettivi scelti dalle varie aziende ed alle soluzioni interne inerenti l’orario di lavoro. Infine, sono state analizzate gli istituti ricorrenti nei contratti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Struttura e funzioni del contratto aziendale Introduzione La contrattazione collettiva 1 è una delle più importanti manifestazioni dell’autonomia collettiva usata per tutelare gli interessi collettivi in un sistema di relazioni industriali. Le dinamiche contrattuali non si fermano alla stipulazione dei contratti, ma proseguono per verificare l’applicazione reale dei loro contenuti e per valutare la necessità di eventuali modifiche ed aggiustamenti specie di natura salariale. L’attività ricomprende l’insieme di rapporti, formali e non, intercorrenti tra imprese e rappresentanti dei lavoratori che interagiscono per raggiungere una regolamentazione del rapporto di lavoro. Più che il processo della contrattazione sembra essere rilevante la sua struttura ovvero quell’insieme di rapporti che intercorrono tra le parti socio-economiche coinvolte (relazioni orizzontali) ed i rapporti interni esistenti tra questi soggetti (relazioni verticali). La contrattazione collettiva italiana, operante all’interno di un contesto di norme che disciplinano il processo contrattuale (e l’annesso conflitto), può essere osservata da diversi punti di vista come quello dell’estensione con la quale si intende il grado di copertura sindacale presente nei vari settori produttivi 2 oppure quello della centralizzazione con cui si evidenzia il legame tra i vari livelli contrattuali e la quantità di essi concretamente interessata. L’incisività e l’efficacia rappresentano la capacità intrinseca di un accordo di essere rispettato ed al tempo stesso di essere capace di adeguarsi ai mutamenti provenienti dal mercato: maggiore sarà l’interesse dei rappresentanti sindacali riguardo gli argomenti trattati, maggiore sarà l’attenzione da loro prestata anche nelle fasi successive alla conclusione del contratto. L’esperienza italiana di contrattazione su più livelli non ha fatto realizzare i temuti oneri inflazionistici, ma altrettanto limitati sono stati i benefici introdotti. 1 G. Giugni, Diritto sindacale, Ed. Cacucci, 2002 pag. 151 2 La contrattazione è meno presente nei settori meno sindacalizzati. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

assenteismo
buoni pasto
contrattazione collettiva
contrattazione decentrata
contrattazione di secondo livello
contratti aziendali
contratto territoriale
deposito dei contratti
heineken
indennità
indicatori premio
orario di lavoro
premio aziendale
premio di risultato
premio per obiettivi
produttività
protocollo 1993
qualità
redditività
tiscali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi