Skip to content

L'outsourcing nei sistemi informativi aziendali: il caso Datitalia Processing S.p.a.

Informazioni tesi

  Autore: Rossella Sepe
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Istituto Universitario Navale di Napoli
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Giuseppe Vito
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 233

Con il termine outsourcing si intende riferirsi ad un processo attraverso il quale un’azienda assegna in modo continuativo a fornitori esterni lo svolgimento di una o più funzioni aziendali. Tale termine si va diffondendo nel linguaggio economico e, in particolare, in quello dell’informatica aziendale, ad indicare il ricorso a fonti esterne per svolgere attività che tradizionalmente si eseguivano con risorse interne. Le esigenze del mercato ed una gestione aziendale all’avanguardia spingono ad una terziarizzazione di tutte le attività che non sono direttamente riconducibili all’interesse primario dell’azienda.
Per essere vincenti nel proprio settore di business e pronti a raccogliere le sfide della competizione globale è di vitale importanza concentrarsi sul proprio ''core business'', cioè in quello che costituisce il cuore dell’attività principale dell’impresa. Infatti, le imprese hanno sperimentato che il tentativo di controllare anche le attività di supporto al core business, ad esempio i sistemi informativi, si traduce in una perdita di tempo ed energie, distraendo il management dai suoi obiettivi primari e perdendo in competitività.
Uno dei principali obiettivi che questo studio si propone è quello di analizzare le motivazioni dell’outsourcing come scelta organizzativa dell’attività dell’impresa.
A tal proposito, una particolare attenzione è dedicata alla motivazione dell’outsourcing come modalità organizzativa volta a consentire all’impresa di concentrarsi sulle sue competenze essenziali. Ciò pone all’impresa il problema di definire e di delimitare il proprio core business, costituito dalle attività specifiche che la caratterizzano e rispetto alle quali è in grado di conseguire un vantaggio competitivo durevole rispetto ai concorrenti. Le competenze essenziali in quanto distintive richiedono la focalizzazione di investimenti ed attività manageriali mentre quelle non essenziali, in molti casi, possono essere gestite meglio se affidate ad imprese specializzate esterne.
Il ricorso all’esternalizzazione continua a crescere perché continuano ad essere attive le forze che lo stimolano: dapprima perché l’impresa concentra investimenti e risorse su ciò che è in grado di fare meglio; poi perchè questo costituisce delle barriere all’entrata per altri concorrenti che cerchino di espandersi nell’area di interesse dell’impresa; in terzo luogo l’impresa può utilizzare gli investimenti, le innovazioni e le capacità specialistiche e professionali dei fornitori esterni che sarebbe troppo dispendioso e in alcuni casi anche impossibile duplicare all’interno; ed infine, in mercati che cambiano rapidamente con un elevato grado di progresso tecnologico questa strategia riduce il rischio, abbassa gli investimenti e crea migliori capacità di dare risposta ai bisogni dei clienti.
Tuttavia, l’impresa che valuta e decide di ricorrere all’outsourcing ha numerosi problemi da affrontare.
Alcuni problemi si presentano nella fase preliminare, altri sorgono una volta che l’azienda ha scelto di ricorrere all’outsourcing. Quelli di maggiore rilievo riguardano il processo di selezione del fornitore, la definizione dei dettagli del contratto, i rapporti con il fornitore come rapporti continuativi e di lungo termine e l’organizzazione della struttura interna come controparte capace, informata e autorevole per negoziare ed operare con i fornitori esterni.
In generale, comunque, la gestione di un contratto di outsourcing presenta grosse complessità: la lunga durata, gli investimenti specializzati, il rischio per il cliente, l’incertezza di un contratto non esaustivo, il progresso tecnologico, qualificano il contratto di outsourcing come un accordo di fornitura complesso con un’area di rischio elevato per il cliente che con tale accordo si pone in una posizione di dipendenza dalla erogazione dei servizi del fornitore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Con il termine outsourcing si intende riferirsi ad un processo attraverso il quale un’azienda assegna in modo continuativo a fornitori esterni lo svolgimento di una o più funzioni aziendali. Tale termine si va diffondendo nel linguaggio economico e, in particolare, in quello dell’informatica aziendale, ad indicare il ricorso a fonti esterne per svolgere attività che tradizionalmente si eseguivano con risorse interne. Le esigenze del mercato ed una gestione aziendale all’avanguardia spingono ad una terziarizzazione di tutte le attività che non sono direttamente riconducibili all’interesse primario dell’azienda. Per essere vincenti nel proprio settore di business e pronti a raccogliere le sfide della competizione globale è di vitale importanza concentrarsi sul proprio “core business”, cioè in quello che costituisce il cuore dell’attività principale dell’impresa. Infatti, le imprese hanno sperimentato che il tentativo di controllare anche le attività di supporto al core business, ad esempio i sistemi informativi, si traduce in una perdita di tempo ed energie, distraendo il management dai suoi obiettivi primari e perdendo in competitività. Uno dei principali obiettivi che questo studio si propone è quello di analizzare le motivazioni dell’outsourcing come scelta organizzativa dell’attività dell’impresa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi