Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

E-learning: il lavoro scopre la sua eterna giovinezza

I notevoli cambiamenti avvenuti nell’organizzazione sociale, culturale ed economica della nostra società avvenuti in seguito al rapido diffondersi ed evolversi dell’innovazione tecnologica ha determinato la necessità di organizzare strategie formative diverse da quelle consolidate, normalmente utilizzate nella scuola, nell’università e nella formazione professionale e definite dalla compresenza di docenti e discenti. A nuovi bisogni formativi devono corrispondere nuove occasioni di apprendimento e ad una tecnologia che modifica rapidamente l’organizzazione sociale, una continua possibilità di aggiornarsi, o di acquisire nuove competenze, per essere in grado di dominare i mutamenti in modo professionale.
Oggi la formazione a distanza si sta consolidando nel panorama delle strategie formative per la sua capacità di rispondere a situazioni anche diverse da quelle che l’avevano originata. Essa si inserisce in un necessario sistema di formazione continua che permetta all’utente di fruire, quando e come meglio ritiene opportuno, di occasioni di apprendimento, anche con l’uso di tecnologie didattiche innovative, lungo tutto l’arco della propria esperienza culturale e professionale.
Il tema centrale della tesi riguarda il rapporto formazione/tecnologia e in particolare come la tecnologia sia riuscita a cambiare le modalità di erogazione e di fruizione della formazione professionale. Lo scopo è dimostrare come, in questi ultimi anni, le aziende preferiscano investire in corsi di formazione a distanza, in quanto permettono ai lavoratori di raggiungere alti livelli di apprendimento, a tempi e costi unitari più contenuti rispetto alla tradizionale formazione in aula.
A tal fine all’interno della tesi ho analizzato i concetti di formazione professionale e formazione continua, le origini storiche della formazione a distanza, il suo quadro teorico di riferimento, le nuove figure professionali e infine il mercato dell’e-learning con i suoi trend di crescita in Italia e all’estero. Il lavoro si conclude con l’approfondimento concreto delle metodologie e il lavoro di tre società che producono ed erogano corsi e-learning che sono Didagroup s.p.a., Eductra e Sfera del Gruppo Enel.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE “Per migliaia di anni, fin da quando il faraone rimproverò Toth per aver inventato la scrittura, perché, sosteneva, minacciava di distruggere la memoria, ogni nuova tecnologia basata sul linguaggio ha sempre suscitato ingiustificate reazioni ostili. Qualunque spostamento della sede della memoria sembra turbare profondamente l’uomo e ovviamente ogni tecnologia comporta una dislocazione di questo tipo: l’invenzione della scrittura ha trasferito la memoria dal corpo al testo, la televisione ne ha sancito il passaggio dalla mente allo schermo, e oggi Internet va trasformando la memoria in un ambiente virtuale al di fuori del corpo e degli schermi, negli inferi del non-spazio digitale. Non sorprende dunque che questi sviluppi creino un certo sconcerto. Tuttavia, quando la memoria e l’elaborazione dell’informazione (ossia il pensiero) mutano sede, di solito è per fare qualcosa di nuovo, qualcosa che non era mai stato fatto prima nelle società umane: così l’invenzione dell’alfabeto ha reso possibile il pensiero individuale; la televisione ha creato una mente collettiva e ora Internet offre la possibilità di connettere le menti dei singoli individui. I contenuti della memoria universale vengono riversati in Internet, così come molte facoltà mentali vengono delegate ai computer. Pensare e ricordare diventano processi collettivi che possono essere condivisi in tempo reale” 1 . Attraverso queste parole Derrick De Kerckhove, erede spirituale di McLuhan e direttore dell’omonima fondazione di Toronto, si rivolge a quanti guardano con scetticismo al diffondersi e all’affermarsi dell’utilizzo del computer come strumento per l’insegnamento e l’apprendimento. Egli infatti ritiene che le reti telematiche e i computer siano una sorta di estensione tecnologica delle facoltà della mente umana, in quanto potenziano la memoria, la fantasia e la creatività. I notevoli cambiamenti avvenuti nell’organizzazione sociale, culturale ed economica della nostra società avvenuti in seguito al rapido diffondersi ed evolversi dell’innovazione tecnologica ha determinato la necessità di organizzare strategie formative diverse da quelle consolidate, normalmente utilizzate nella scuola, nell’università e nella formazione professionale e definite dalla compresenza di docenti e discenti. A nuovi bisogni formativi devono corrispondere nuove occasioni di apprendimento e ad una tecnologia che modifica rapidamente l’organizzazione sociale, una continua possibilità di aggiornarsi, o di acquisire nuove competenze, per essere in grado di dominare i mutamenti in modo professionale. L’insegnamento a distanza nasce con l’affermarsi dell’industrializzazione e con il diffondersi dei sistemi di comunicazione postale, ed i primi settori di intervento sono quelli della formazione tecnico- professionale. 1 Intervista di Francesca Leoni a Derrick De Kerckhove in Internet, URL: http://fub.it/telema.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Vincenzo Tritto Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2560 click dal 31/08/2006.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.