Skip to content

Analisi sperimentale del processo di trafilatura: studio del sistema filo-trafila

Informazioni tesi

  Autore: Marcello Trepiccione
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Seconda Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Aerospaziale
  Relatore: Ettore del Giudice
Coautore: Davide Bassani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 140

Lo scopo del lavoro di tesi è condurre uno studio termico approfondito del processo di trafilatura; esso costituisce la fase iniziale di un’attività di ricerca volta a realizzare un sistema innovativo di raffreddamento del trafilato, condotta in collaborazione con la Redaelli Tecnasud S.p.A.
Il lavoro è diviso in due parti:
la prima, teorica, in cui sono esposti i principi di funzionamento del processo, gli attuali sistemi di raffreddamento ed alcuni metodi d’analisi che permettono di calcolare in prima approssimazione le variabili fondamentali.
la seconda, sperimentale, in cui sono riportati i risultati della ricerca finalizzata alla misura di alcuni parametri rilevati durante il processo produttivo.
La trafilatura è un processo nel quale il metallo è soggetto a grandissime deformazioni permanenti a carattere progressivo mentre si generano, per attrito, notevoli quantità di calore che devono essere smaltite in tempi molto brevi perché l’eventuale riscaldamento del filo inficerebbe in modo determinante il processo, rendendolo tecnicamente irrealizzabile.
Il problema fondamentale della trafilatura risiede dunque nello smaltimento del calore prodotto il quale, generato nel contatto fra il filo ed il suo utensile “la trafila”, si accumula in questa mentre si distribuisce lungo il filo per effetto del suo moto.
Se è possibile raffreddare la trafila con normali sistemi a circolazione d’acqua, è invece problematico il raffreddamento del filo per il quale non è stato realizzato, sino ad ora, un sistema veramente efficace in nessun paese del mondo.
Obiettivo della ricerca, nel cui ambito questa tesi è soltanto il primo passo, è la messa a punto di un sistema per il controllo della temperatura del filo che non s’ispira a nessuno di quelli attualmente in uso.
La gran complessità del processo di deformazione emerge palese ove si osservi che il metallo, attraversando la trafila, cambia le sue caratteristiche di resistenza cioè si muta ad ogni passo in un materiale diverso rendendo impossibile l’applicazione delle consuete teorie inerenti agli stati di sollecitazione; pertanto l’analisi del fenomeno deve essere condotta con metodi termodinamici la cui valutazione comparativa è stata argomento della prima parte del lavoro.
Si è poi studiato un sistema sperimentale per valutare la temperatura del filo in uscita, attraverso la misura effettuata in un punto della trafila; sistema che, dovendo funzionare non nell’ambiente virtuale di un laboratorio ma nel sistema reale, è stato ottenuto solo dopo aver risolto numerosi problemi di ordine tecnologico spesso non prevedibili in ambito puramente teorico.
In effetti, sono stati necessari diversi tentativi non sempre con esito positivo, prima di poter giungere ad una configurazione oggettivamente valida.
In conclusione, dopo numerosi mesi di lavoro in reparto si è preparato un sistema che, confortato da ampie verifiche, sembra ragionevolmente valido ed a basso costo d’esercizio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1PREMESSALo scopo del presente lavoro di tesi Ł condurre uno studio termico approfonditodel processo di trafilatura; esso costituisce la fase iniziale di un attivit di ricercavolta a realizzare un sistema innovativo di raffreddamento del trafilato, condotta incollaborazione con la Redaelli Tecnasud S.p.A.La sperimentazione relativa ai lubrificanti ha consentito la preparazione diprodotti la cui efficacia difficilmente appare migliorabile; tuttavia all uscita dallatrafila la temperatura del filo Ł sovente vicina ai 200 C.Il problema riguarda certamente lo smaltimento del calore ma i risultati nonappaiono raggiungibili con raffreddamenti del cabestano, poichØ gli studi affrontatisu di esso hanno permesso di raggiungere un limite tecnologico difficilmentesuperabile.Bisogna comunque tenere presente che un approfondita analisi termicacertamente migliorerebbe la situazione, ma non si pu prescindere dalla valutazionedi metodologie che affrontino il problema all origine, verificando le concretepossibilit di ridurre la quantit di calore generata, in minima parte connessa alprocesso di deformazione e sostanzialmente dovuta al contatto filo-trafila.Il lavoro Ł diviso in due parti:• la prima, teorica, in cui sono esposti i principi di funzionamentodel processo, gli attuali sistemi di raffreddamento ed alcunimetodi d analisi che permettono di calcolare in primaapprossimazione le variabili fondamentali.• la seconda, sperimentale, in cui sono riportati i risultati dellaricerca finalizzata alla misura di alcuni parametri rilevatidurante il processo produttivo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
redazi[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acciaio
raffreddamento dei trafilati
tecnologia meccanica
termofluidodinamica
trafilatura

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi