Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'IVA nei rapporti con l'estero

L'elaborato analizza a grandi linee la disciplina IVA riguardante i rapporti con gli operatori economici al di fuori del territorio italiano, andando a cogliere gli aspetti che regolano i tipi di rapporti che si possono avere tra i vari soggetti, soffermandosi su quelli che sono gli aspetti pratici e gli adempimenti operativi.
Alla conclusione del lavoro viene presentato un caso relativo ad una sentenza della Corte di Giustizia Europea, riguardante una particolare fattispecie del tributo e cioè le "Frodi Carosello".

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo 1 UNO SGUARDO ALLA NORMATIVA SOMMARIO: 1.1 Introduzione – 1.2 Le tappe storiche fondamentali del tributo – 1.3 L’evoluzione della normativa europea 1.1 Introduzione La crescente internazionalizzazione delle imprese italiane, la volontà di realizzazione di un mercato unico europeo, la globalizzazione sono le principali cause che hanno fatto si che il mercato abbia aperto in maniera sempre più crescente le sue frontiere e che da alcuni decenni, molto spesso, ci si trovi a lavorare con operatori esteri. Per tali motivi, sin dagli anni ’70, si è cercato di armonizzare la disciplina IVA tra gli stati membri dell’unione europea. La questione è stata di rilevante complessità in quanto, oltre ai molteplici interessi in gioco da parte degli stati membri dovuti essenzialmente a questioni di bilancio (l’IVA rappresenta una percentuale di gettito molto cospicua nei bilanci degli stati), gli articoli del trattato Ce, che disciplinano siffatta materia, richiedono che le scelte siano compiute dagli Stati aderenti all'unanimità. In ogni caso, l’IVA è stata la prima imposta a essere armonizzata nel 1977 e successivamente adattata alle esigenze del mercato unico, rappresentando un valido esempio di coordinamento fiscale tra i Paesi membri.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Lozzi Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5179 click dal 08/09/2006.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.