Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Sociologia della Conoscenza in Karl Mannheim

Questo elaborato tratta la sociologia della conoscenza nella prospettiva di Karl Mannheim, cioè le problematiche epistemologiche della verità nella conoscenza, in particolare sociologica.
Questa tesi farà luce su una frontiera teorica della sociologia, la sociologia della conoscenza: forse molti conoscono solo in parte la disciplina, nell’ambito degli studi culturali; io cercherò di trattarne le problematiche principali, ivi compresi i legami con l’antropologia e con la filosofia.
Ogni strato sociale identifica il suo mondo con il mondo in quanto tale, deformando la visione oggettiva della realtà.
Con Mannheim si rinuncia alla concezione della verità al di sopra dell’esistenza, contemporaneamente all’introduzione dell’impegno nella storia, necessario per cogliere tali dinamiche storiche. La conoscenza è un’esperienza connettiva di tipo prospettico: è importante per tale gnoseologia rimuovere un concetto di soggetto al di là del tempo e della comunità.
Grazie all’incontro di persone con diversa formazione, ceto e ruolo sociali, e allo studio di molti libri del settore, ho creato un lavoro originale, anche se ancora un po’ frammentario, che spero possa essere utile a chi si avvicina a questa frontiera degli studi culturali.
Il primo capitolo introduce il settore di studi odierni di sociologia della conoscenza, a partire dalle categorie del pensiero, sino alle abitudini quotidiane (scuola fenomenologica). Espongo il problema principale della tesi, il raggiungimento del vero e gli sforzi dei pensatori delle varie epoche per accedervi. Il capitolo si chiude con alcune riflessioni sull’intersoggettività scheleriana, come critica al pensiero conservatore.
Il secondo capitolo tratta del concetto dell’ideologia, dello studio sociologico di essa, dei pericoli delle ideologie nella storia e della avalutabilità e valutabilità dell’ideologia in Karl Mannheim.
Nel terzo e ultimo capitolo mi soffermo sui problemi principali e più attuali della sociologia della conoscenza in Karl Mannheim e nei suoi scritti, primo tra tutti ‘Ideologia e Utopia’ del 1929.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. “Ogni conoscenza include la prospettiva che è, come a livello ottico, il presupposto della realtà, senza cui essa svanisce nel nulla.” 1 Perché questo tipo di tesi? Ho scartato sin dall’inizio alcune tipologie di tesi più concrete ed applicative: ad esempio non voglio affrontare una tesi sulla sociologia dei consumi, perché, a mio parere, essa si potrebbe risolvere troppo facilmente in fenomenologia dell’uso di venti oggetti diversi; basterebbe riflettere sull’uso e sul consumo quotidiano di prodotti ampiamente pubblicizzati, allargando un po’ il ragionamento sugli slogan che inducono a comprarli, sul marketing, sulla creatività e aggiungendo un po’ di storia italiana e di mappe delle tipologie di acquirenti. Essendo io influenzato dalla scuola neomarxista di 1 Mia citazione, adattata da Karl Mannheim – Le strutture del pensiero (Laterza), Bari 2000 - 3 -

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Salvatore Novello Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6302 click dal 12/09/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.