Skip to content

The Process of Liberalization in India: Foreign Direct Investment and the Indian Auto Industry

Informazioni tesi

  Autore: Sanket Bhatia
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2005
  Università: Hamburg University of Technology
  Corso: Department of Technology and Innovations Management
  Relatore: Christian Ringle
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 43

The Indian economy continues to achieve stellar growth. The accepted opinion is that the process of economic liberalization that started in the late 1980's in India has come to fruition, and, combined with a strong resource base (mainly the strong knowledge base of trained engineers combined with innovation brought in by multinational companies), continues to drive the growth in recent years. The present work provides a brief background of the process of liberalization, both its successes and challenges.

The work goes on to describe the effect of economic liberalization on the Indian automotive industry. The transformation of the automotive industry in the post-liberalization years is nothing short of dramatic. This transformation is discussed using different parameters, and some critical issues that face the industry in India are conjectured.

The work may be taken as an introductory- to middle-level reading on the Indian automotive industry, and can form the basis of a detailed critical examination of important issues facing the industry today.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Chapter 1 Introduction India, the second most populous country in the world, and the largest democ- racy, evokes images of teeming populations, widespread poverty and, more re- cently, of software technology and call centers. It has often been claimed that everything that can be said about India is true. India is a vast country with rampant problems of poverty, inequality, illiteracy and poor health care, ranking very low on the Human Development Index Scale (see Fig. 1.1). At the same time, Indian industry has picked up in the last decade to make India the third largest economy1 in the world, in GDP (Purchasing Power Parity) terms, after the U.S.A. and China. Today the Indian economy is a fourth of the US economy, and half of Chinas. But current GDP growth rates, one of the highest in the world for India, suggest an upward trend. This increase in GDP has been contributed mainly by the industrial and service sectors, with the service sector playing an increasingly important role. Indias almost stagnant agricultural sector, even today one of the most under- developed in the world, still constitutes around a quarter of national GDP, much above the world average (see Fig. 1.1). It is widely believed that the current strength of industry in India has followed liberalization reforms that took place in the early 1990s (see Section 2.3). Since then, Indias trade has boomed and there has been sustained investment into industry by foreign players, bringing in not only foreign capital, but also international technology and know-how. There have also been indirect consequences of development, employment, e- ciency and rising per capita incomes. The economic reforms of the the 1990's have changed the face of the Indian economy. They have made available to Indian consumers, at increasingly af- fordable prices, oerings that were never before available. While making India more attractive for foreign investors, the reforms have also helped integrate the Indian economy with the global economy, enabling Indian companies and labor to seek avenues abroad. An increasing level of foreign investment reects international condence in 1expected ranking 2005-06 7

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

economic liberalization
india
indian automobile industry
indian economy

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi