Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela risarcitoria del diritto alla privacy. Indagine comparata tra l'ordinamento italiano e quello statunitense

oggetto di questa tesi è l'indagine sulla tutela risarcitoria, risarcimento patrimoniale ed extrapatrimoniale, che viene riconosciuta in caso di violazione del diritto alla privacy evidenziando le differenze e le affinità tra l'ordinamento italiano e quello statunitense.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. Introduzione Nel 1890 a Boston i due giuristi Samuel D. Warren e Louis D. Brandeis – considerati i padri della privacy – pubblicarono sulla Harvard Law Review un celebre articolo, che diede il via al pro- cesso di riconoscimento della riservatezza quale diritto della personalità e alla descrizione della pri- vacy come “diritto a essere lasciati soli” 1 . Nel corso dei decenni successivi, la nozione di privacy ha subito notevoli evoluzioni. Dal mero diritto ad essere lasciati soli si è passati al potere di controllo sui propri dati personali, fino a giungere all’attuale visione che – in chiave multidimensionale – tiene in considerazione tutti i mol- teplici interessi collegati a questa sfera della persona. Si tratta – occorre sottolineare – di un’evoluzione che ha caratterizzato sia l’ordinamento ita- liano che quello americano, anche se con cadenze temporali diverse, legate al differente sviluppo socio-culturale delle due aree. Nelle pagine che seguono si cercherà di affrontare, in un’ottica comparatistica, la questione del risarcimento del danno da lesione della privacy; cercando di mettere in luce affinità e differenze che – sotto questo profilo – le esperienze dell’ordinamento italiano e di quello americano eviden- ziano. Dopo una panoramica concernente l’evoluzione del diritto alla riservatezza nei due ordina- menti, e dopo l’analisi delle principali fonti in materia, il discorso si concentrerà sul risarcimento e sul riconoscimento del tipo di danno concernente la violazione delle disposizioni che regolano il di- ritto alla privacy. 1 Warren e Brandeis, The right of Privacy, 4 Harv. L. Rev. 193 (1890).

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Nausicaa De Nicolo Contatta »

Composta da 50 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1557 click dal 19/09/2006.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.