Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Donne, lavoro, famiglia nelle campagne umbre degli anni Trenta

Questa tesi analizza la condizione della donna, all'interno della famiglia mezzadrile, in Umbria, in particolare negli anni Trenta. Ho cercato di sottolineare l'importanza della figura femminile sia nel contesto familiare che, fuori, nel contesto sociale. Così tutti i compiti affidati alle donne che erano, al contempo, mogli, mamme, lavoratrici. Quello che ho appreso è che la donna, da sempre, è stata considerata inferiore all'uomo. Nel passato era discriminata economicamente nonostante lavorasse più dell'uomo. Oggi purtroppo, in tanti settori, è ancora così e quello che più mi indigna è la scarsa considerazione della donna-madre-lavoratrice.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 1. Introduzione 1.a Monografie dell’INEA La vita di famiglia dei contadini dell’Umbria è generalmente semplice e regolare. Nell’interno delle famiglie le donne attendono con cura alle faccende domestiche; e ordinariamente sono buone massaie. Il padre di famiglia tiene tutti a sé soggetti, distribuisce i lavori, fornisce a ciascuno il bisognevole secondo la condizione economica della famiglia. I figli generalmente sono rispettosi anche in età avanzata e tuttochè ammogliati si tengono sempre soggetti ai genitori ai quali non attentano di togliere la direzione delle cose domestiche 1 . Questa è l’immagine dell’aggregato domestico mezzadrile che emerge dall’Inchiesta Jacini svolta tra il 1878 e il 1885, documento di importanza fondamentale per la conoscenza del mondo agricolo. E’ più o meno la stessa istantanea che ritorna dalle rilevazioni sviluppate a partire dal 1928 e pubblicate sotto forma di monografie dall’Istituto nazionale di economia agraria (INEA), appositamente creato dal Ministero dell’Agricoltura per studiare la realtà economica e sociale delle campagne. Dalla geografia delle Monografie, divise in diciassette volumi, emerge una maggiore attenzione all’Italia centrale e nord- orientale: 49 famiglie delle 94 esaminate vivono nella zona costituita da Marche, Umbria, Toscana, e Veneto. Le rimanenti riguardano i contadini dell’Alto Adige (Trento e Bolzano), i salariati della Bassa pianura lombarda, i floricoltori della Riviera ligure di Ponente, le figure miste della Pianura campana e della Sicilia (Messina, Palermo,

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Angela Pancucci Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2251 click dal 27/09/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.