Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'attaccamento materno-fetale: una indagine preliminare su 50 madri in attesa.

La gravidanza è un periodo speciale nella vita di una donna, e questo lo so ormai per certo visto che l'ho vissuto proprio durante la fase di stesura di questa tesi: che assuma connotazioni positive o negative, è un processo che porta ad un totale cambiamento, non solo quello palese ossia fisico, ma anche quello interiore, quello che ti permette di scoprirti lentamente non più solo donna ma anche madre. E vivere questa esperienza, nel bene o nel male, permette di crescere e maturare, ristrutturando la propria identità.
L’obiettivo di questo lavoro è quindi quello di esplorare il vissuto della donna durante la gravidanza, mettendo in luce non solo gli aspetti che la riguardano personalmente, ma soprattutto quelli che riguardano il bambino che sta crescendo dentro di lei e che le permettono di relazionarsi con lui.
L’interesse principale si rivolge allo studio dell’Attaccamento Materno-Fetale, ossia del legame precoce che si stabilisce tra madre e feto e che interessa un vasto insieme di comportamenti, pensieri, atteggiamenti, rappresentazioni, comunicazioni che la donna attua nei confronti del proprio bambino.
Lo scarso materiale presente sull’argomento specifico di questo lavoro e l’interesse personale sullo stesso sono stati alla base della scelta di affrontare una indagine per ottenere ulteriori dati da confrontare con quelli di altre ricerche: la propria ricerca si basa sul principale strumento creato per valutare il grado di attaccamento che si stabilisce tra la donna e il feto durante la gravidanza, ossia il Maternal-Fetal Attachment Scale di Cranley. La sua somministrazione ad un campione di 50 donne in gravidanza, ha permesso di conoscere più in dettaglio questo attaccamento e di confrontarlo anche con specifici stili o rappresentazioni materne che le donne presentano in gravidanza a seconda di come stanno vivendo questa esperienza.
I risultati raggiunti hanno permesso, da un lato, di osservare gradi abbastanza elevati di Attaccamento Materno-Fetale nel campione di donne italiane, in linea coi risultati ottenuti dall’autrice del questionario utilizzato, anche se emergono alcune differenze per quanto riguarda certi pattern di comportamento, e di evidenziare i differenti stili materni che il campione della ricerca presenta grazie all’analisi dei racconti spontanei delle donne sul proprio vissuto gravidico; dall’altro lato di specificare le connessioni esistenti tra l’attaccamento materno-fetale ed alcune variabili ottenendo i seguenti dati: esiste una correlazione significativa tra la categoria materna specifica di ogni donna (facilitante, reciproca, regolatrice) ed il grado di attaccamento che essa dimostra di possedere nei confronti del proprio feto ed in particolare si evidenzia come le donne regolatrici, ossia quelle che hanno più difficoltà ad accettare la propria gravidanza ed a viverla serenamente, sono anche coloro che mostrano un minor attaccamento materno-fetale rispetto alle altre categorie; non esiste una correlazione significativa tra l’età materna ed il livello di attaccamento così come risulta da altre ricerche condotte in merito; non emerge una correlazione significativa tra l’età gestazionale ed il grado di attaccamento al contrario di quanto invece mostrano le altre ricerche.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione. La gravidanza è un periodo speciale nella vita di una donna, e questo lo so ormai per certo visto che lo sto vivendo: che assuma connotazioni positive o negative, è un processo che porta ad un totale cambiamento, non solo quello palese ossia fisico, ma anche quello interiore, quello che ti permette di scoprirti lentamente non più solo donna ma anche madre. E vivere questa esperienza, nel bene o nel male, permette di crescere e maturare, ristrutturando la propria identità. L’obiettivo di questo lavoro è quindi quello di esplorare il vissuto della donna durante la gravidanza, mettendo in luce non solo gli aspetti che la riguardano personalmente, ma soprattutto quelli che riguardano il bambino che sta crescendo dentro di lei e che le permettono di relazionarsi con lui. L’interesse principale si rivolge allo studio dell’Attaccamento Materno-Fetale, ossia del legame precoce che si stabilisce tra madre e feto e che interessa un vasto insieme di comportamenti, pensieri, atteggiamenti, rappresentazioni, comunicazioni che la donna attua nei confronti del proprio bambino. Lo scarso materiale presente sull’argomento specifico di questo lavoro e l’interesse personale sullo stesso sono stati alla base della scelta di affrontare una indagine per ottenere ulteriori dati da confrontare con quelli di altre ricerche: la propria ricerca si basa sul principale strumento creato per valutare il grado di attaccamento che si stabilisce tra la donna e il feto durante la gravidanza, ossia il Maternal-Fetal Attachment Scale di Cranley. La sua somministrazione ad un campione di 50 donne in gravidanza, ha permesso di conoscere più in dettaglio questo attaccamento e di confrontarlo anche con specifici stili o rappresentazioni materne che le donne presentano in gravidanza a seconda di come stanno vivendo questa esperienza. Il lavoro si presenta strutturato in due parti principali e in una Appendice: la prima parte indaga a livello teorico e generico la Psicologia della gravidanza, approfondendo prima gli aspetti inerenti alla gravidanza stessa e quindi le sue fasi, la situazione di crisi evolutiva che la contraddistingue e ciò che emerge dalla psicodinamica gravidica, poi l’importanza che rivestono le rappresentazioni materne nella formazione del bambino e di se stessa come madre a livello mentale oltre alla presenza di specifici stili materni a seconda di come le rappresentazioni determinino il vissuto specifico di ogni donna in gravidanza, infine il ruolo che ricoprono i livelli e i significati della comunicazione ed il precoce legame di attaccamento

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Federica Caldi Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11129 click dal 27/09/2006.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.