Skip to content

Digital Libraries meet Google Scholar: Investigating the changing face of scholarly search using the Google Scholar front-end

Informazioni tesi

  Autore: Sammy Iqbal
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: -
  Università: University College London
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 79

The problems with digital libraries and Google Scholar are separately well grounded in literature. However current efforts have largely unexamined digital library use under the Google Scholar front-end. This is important because the popularity of Google as a search engine and Google Scholar amongst academics for seeking scholarly material is considerably high. Our study therefore seeks to examine digital library searches conducted via Google Scholar through think aloud tasks and interviews.

The study finds that participants are far more inclined towards using Google Scholar due it its simple interface, coverage, efficiency, ranking and relevancy. The relative weakness of these factors within digital libraries meant that participants resisted in continuing to dig deeper within digital libraries. Participants did, however, highlight that digital libraries are well integrated when it comes to chaining i.e. following up references, citings, links to other articles etc and felt that such integration helps them to navigate around sources a lot easier. The biggest problem impacting users' ability to search effectively were access issues in both Google Scholar and digital libraries. This was due to a lack of clarity surrounding the access restrictions in digital libraries and dysfunctional links within the results of Google Scholar hampering users' ability to effectively seek material.

The insights gained from the above findings led to suggestions of a hybrid design. This entailed utilising the good bits from both digital libraries and Google Scholar and bridging them together to enhance users search support. Our findings indicated a hybrid design that should come with the performance, ease of handling and coverage like Google Scholar and chaining of sources as within digital libraries. The findings also led to insights where they separately needed to be improved, through provision of feedback on user action, re-designing of dead-links to be more accessible, support for better recognition of locations with unrestricted access, improving subject classification of results and making advanced searching facility more prominent within Google Scholar and provision of cues to makes access restrictions clearer and less complex within digital libraries.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduction 1.1 Study Rationale and Objectives "Like it or not, Internet search engines have forever changed how users will approach searching for information on a topic. And like it or not there are some lessons to be learned from how search engines serve user."(Pace, 2003) The above statement is certainly valid of Google, which has had a profound influence on the way users seek information. Since its existence the search community has depended much upon Google to provide quick and reliable results even though this is not always the case. Lesk (2005) remarks "users of Google and other search engines are accustomed to just using them….nevertheless, some people are frustrated, and perhaps more important is the fact that many people could get better results than they do. Searching is still often hit-or-miss." Furthermore digital libraries providing journals and scholarly material, including those coexisting under Google Scholar's front end, consist of usability problems of their own. These for example include clarity relating to access restrictions preventing users from accessing material (Mark et al, forthcoming), lack of searching support, (Adams and Blandford, 2002) problems working with many different digital library interfaces ( Klas et al, 2004) and much more. With these respective problems surfacing, we argue that an examination of the precise elements that Google Scholar helps academics with in seeking scholarly material and a study of the problems that still remain with its usage, some valuable lessons can be learned as to the solved and unsolved problems with digital library searches conducted from Google Scholar. Such an investigation can help us to provide design insights for either improving usability of Google Scholar, or Digital Libraries or both. The study will therefore aim to explore in depth aspects of information seeking that Google Scholar as a gateway to digital libraries makes easy and aspects of information seeking that are difficult. Current efforts have largely unexamined this use of Google Scholar for digital library searches. By attempting to explore the way academics perform current searches, their feelings and thoughts in using Google Scholar for academic content, the study will aim to uncover these issues and hope to make practical recommendations. 1.11 Overview of the study The report begins with a literature review of Google Scholar and Digital Libraries respectively. We first seek to explore literature capturing the benefits of locating scholarly material through Google Scholar. Google Scholar suggests minimal time or effort to operate, simple to use, little need for skills and provides its users with more freedom and control than rivals. These benefits are then followed by its weaknesses. The lack of clarity of what precisely Google Scholar covers i.e. which publishers and its presentation of results are shown to be relative weaknesses of Google Scholar. Subsequently literature on usability problems with digital libraries are explored, in particular issues that affect user's information seeking process. We highlight 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

digital libraries
google
google scholar
information retrieval
information seeking
iqbal
search engines
searches
seeking

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi