Skip to content

La Geografia di Internet: analisi degli indici di accesso e penetrazione di Internet in Italia e Nord Africa

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Montella
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi del Sannio
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Maria Paradiso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 191

La crescita e lo sviluppo delle ICT (Information Communication Technologies) è senza alcun dubbio il fenomeno che dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo ha segnato maggiormente gli Anni ’90 e questo primo scorcio degli anni Duemila. Si può oggi affermare di essere nel pieno dell’Era dell’Informazione, del periodo cioè nel quale l’informazione stessa diventa la maggior risorsa, e l’accesso ad essa fattore-chiave di successo in tutti i settori economici; ma l’informazione è un mezzo importante anche per uscire dall’isolamento culturale, per uscire dall’emarginazione e per superare le disuguaglianze in un mondo sempre più interconnesso. Il presente lavoro vuole proprio fornire un quadro, dapprima generale, poi sempre più dettagliato, dello sviluppo delle nuove tecnologie e del loro impatto sulla vita di tutti i giorni. In particolare verrà approfondita la prospettiva geografica, cioè lo studio dei fenomeni innescati dalle ICT a livello spaziale e delle interconnessioni e dei vincoli che ne derivano. Per fare ciò saranno utilizzati i contributi di alcuni studiosi come Kellerman e Zook, tra gli altri, che hanno cercato di sistematizzare lo studio delle nuove tecnologie ed il loro impatto sui territori in termini in primo luogo metodologici. Tra le ICT, uno spazio predominante sarà dedicato ad Internet, la Rete per eccellenza, che può essere a giusta ragione ritenuta la più importante per potenzialità comunicative e sinergiche.
Il Primo Capitolo, dopo un breve excursus storico sull’origine e sullo sviluppo di Internet, si concentrerà sull’attuale struttura della stessa. Vengono esaminate alcune metodologie che i geografi dell’informazione, in primis i già citati Zook e Kellerman, hanno elaborato per mappare la Geografia di Internet a livello sia urbano, che nazionale ed internazionale. Viene mostrato, ad esempio, come attraverso il nome dei domini si possa ricostruire la geografia della produzione di Internet. Oppure come, analizzando i tassi di accesso e di penetrazione, si possa comprendere se l’utilizzo privato di Internet eccede quello lavorativo, e dove è situata la gran parte dell’utenza. Importante è comprendere quali sono i fattori di connettivizzazione geografica (culturali, socioeconomici, politici, infrastrutturali) che favoriscono lo sviluppo dell’utilizzo della Rete nelle singole realtà territoriali. Ci si chiederà quindi se è possibile formulare un’ipotesi univoca sulla direzione della diffusione di Internet (paesi ricchi-paesi sviluppati, grandi città-piccoli centri, centro-periferia..) e se questa concordi o meno con i paradigmi geografici tradizionali.
Nel Secondo Capitolo sono poi verificate alcune situazioni di sviluppo delle nuove tecnologie in concrete aree di studio. L’analisi si concentra su 6 paesi dell’area mediterranea: uno appartenente al cosiddetto Primo Mondo (l’Italia) e 5 paesi del Nord-Africa, caratterizzati però al loro interno da situazioni differenti (Algeria, Egitto, Libia, Marocco e Tunisia). La scelta dei paesi non è casuale in quanto proprio il confronto tra caratteristiche geo-economiche e politiche differenti fornisce maggiore significatività all’analisi. Saranno utilizzati gli indicatori dell’ITU (organo dell’ONU in materia di Telecomunicazioni) sia specifici (accesso, penetrazione, numero di PC), sia riferiti all’intero comparto della comunicazione (linee telefoniche fisse, telefoni cellulari); tali dati verranno poi abbinati ad altri di carattere socioeconomico (reddito pro capite, scolarizzazione) per meglio comprendere le diverse realtà nazionali. In particolare, sarà importante verificare la persistenza o meno di un “Digital divide”, vale a dire di una ulteriore forma di sottosviluppo dovuta alle difficoltà di accesso alle nuove tecnologie. Ma, d’altro canto, non si potranno trascurare anche le opportunità che le ICT, ed in particolare Internet, possono offrire ai paesi del Terzo Mondo per limitare povertà ed isolamento (l’Africa è a giusta ragione considerata un “continente di barriere”) che li caratterizzano. E' comunque fondamentale capire se, attraverso le nuove tecnologie, queste barriere (che sono rappresentate da disuguaglianze religiose, economiche, di genere) possano essere superate, o se, al contrario, l’apertura eccessiva che ne può derivare contribuisca a frammentare il tessuto sociale di queste realtà ed a disgregare le relazioni (sociali soprattutto) costruite in secoli di storia. Tra le ICT, un ruolo fondamentale è riservato allo studio del sistema di telefonia mobile, la cui evoluzione rappresenta uno strumento fondamentale per lo sviluppo delle telecomunicazioni nel continente africano, per le sue caratteristiche tecniche di flessibilità e semplicità d’uso.Il Terzo Capitolo rappresenta invece l’ideale conclusione del percorso svolto. Vengono in tale sede analizzati i dati elaborati in precedenza, con riferimento sia ai singoli paesi, che al complesso dell’Area Mediterranea.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione La crescita e lo sviluppo delle ICT (Information Communication Technologies) è senza alcun dubbio il fenomeno che dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo ha segnato maggiormente gli Anni ’90 e questo primo scorcio degli anni Duemila. Si può oggi affermare di essere nel pieno dell’Era dell’Informazione, del periodo cioè nel quale l’informazione stessa diventa la maggior risorsa, e l’accesso ad essa fattore- chiave di successo in tutti i settori economici; ma l’informazione è un mezzo importante anche per uscire dall’isolamento culturale, per uscire dall’emarginazione e per superare le disuguaglianze in un mondo sempre più interconnesso. Il presente lavoro vuole proprio fornire un quadro, dapprima generale, poi sempre più dettagliato, dello sviluppo delle nuove tecnologie e del loro impatto sulla vita di tutti i giorni. In particolare verrà approfondita la prospettiva geografica, cioè lo studio dei fenomeni innescati dalle ICT a livello spaziale e delle interconnessioni e dei vincoli che ne derivano. Per fare ciò saranno utilizzati i contributi di alcuni studiosi come Kellerman e Zook, tra gli altri, che hanno cercato di sistematizzare lo studio delle nuove tecnologie ed il loro impatto sui territori in termini in primo luogo metodologici. Tra le ICT, uno spazio predominante sarà

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi