Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Gestione del Personale Femminile

La gestione del personale femminile è un problema che negli ultimi anni ha acquisito sempre più importanza nello scenario dell’organizzazione e gestione delle risorse umane. Possiamo affermare che la questione femminile rappresenta un banco di prova della capacità delle direzioni del personale per affrontare i cambiamenti culturali sia nello specifico delle risorse umane , sia nell’azienda nel suo complesso.
In Italia, la presenza delle donne nel mercato del lavoro è in costante crescita. Nel periodo 1981-1992 si rilevano tre movimenti:
1. le donne occupate crescono del 14,8 %, a fronte di una riduzione dell’1,8% dell’occupazione maschile;
2. le donne in cerca del primo lavoro o di un nuovo lavoro aumentano del 41,1%;
3. le donne disposte a lavorare, ossia rientranti nella forza lavoro, passano da 7,6 a 9 milioni, con un incremento del 18,8%, mentre la componente maschile rimane sostanzialmente invariata.
Il lavoro femminile, quindi, non può essere considerato una realtà marginale.
Si dimostrerà infatti, l’importanza della donna nel mondo del lavoro analizzando il mercato del lavoro femminile, le problematiche inerenti e le possibili soluzioni, in particolare nel contesto europeo ed italiano.
Si vedrà come i paesi che abbiano affrontato il problema con migliori risultati siano anche i più economicamente sviluppati in Europa, mentre altri, tra cui l’Italia, non siano stati in grado di adottare misure idonee per gestire efficientemente il personale femminile.
L’analisi dell’argomento partirà dalla struttura del mercato del lavoro femminile, studiando la sua segmentazione. Si introdurrà poi il problema della discriminazione, con la successiva analisi delle forme di segregazione, esamineremo le cause e le conseguenze di tali problemi. Dopo aver descritto la situazione delle donne al lavoro nelle problematiche più importanti, verranno introdotti i modelli di intervento per la riduzione dei differenziali uomo-donna, prima in ambito europeo e poi approfondendo la situazione italiana e le misure adottate dal punto di vista legislativo e istituzionale.
Si concluderà poi discutendo sull’intervento in azienda, con riferimento particolare alle modalità di selezione e reclutamento e alla gestione flessibile dell’orario di lavoro, caratterizzata dal part-time.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE La gestione del personale femminile è un problema che negli ultimi anni ha acquisito sempre più importanza nello scenario dell’organizzazione e gestione delle risorse umane. Possiamo affermare che la questione femminile rappresenta un banco di prova della capacità delle direzioni del personale per affrontare i cambiamenti culturali sia nello specifico delle risorse umane , sia nell’azienda nel suo complesso. In Italia, la presenza delle donne nel mercato del lavoro è in costante crescita. Nel periodo 1981-1992 si rilevano tre movimenti: 1. le donne occupate crescono del 14,8 %, a fronte di una riduzione dell’1,8% dell’occupazione maschile; 2. le donne in cerca del primo lavoro o di un nuovo lavoro aumentano del 41,1%; 3. le donne disposte a lavorare, ossia rientranti nella forza lavoro, passano da 7,6 a 9 milioni, con un incremento del 18,8%, mentre la componente maschile rimane sostanzialmente invariata. Il lavoro femminile, quindi, non può essere considerato una realtà marginale. Si dimostrerà infatti, l’importanza della donna nel mondo del lavoro analizzando il mercato del lavoro femminile, le problematiche inerenti e le possibili soluzioni, in particolare nel contesto europeo ed italiano. Si vedrà come i paesi che abbiano affrontato il problema con migliori risultati siano anche i più economicamente sviluppati in Europa, mentre altri, tra cui l’Italia, non siano stati in grado di adottare misure idonee per gestire efficientemente il personale femminile. L’analisi dell’argomento partirà dalla struttura del mercato del lavoro femminile, studiando la sua segmentazione. Si introdurrà poi il problema della discriminazione, con la successiva analisi delle forme di segregazione, esamineremo le cause e le

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Tommaso Valentini Contatta »

Composta da 37 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2490 click dal 06/10/2006.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.