Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Dichiarazione Ambientale di Prodotto quale strumento di Politica Ambientale

L'etichetta ecologica di III tipo

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il crescente interesse nei confronti della protezione e della corretta gestione dell'ambiente è accompagnato dall'affermarsi di nuove strategie e politiche che, messe in atto da vari soggetti, hanno il compito di migliorare l'efficienza ambientale dei processi e dei prodotti e con essa di mitigare il carico ambientale che essi generano. Un'interessante strada che è stata recentemente intrapresa dai governi europei è quella della politica integrata di prodotto (Integrated Product Policy - IPP), che prevede una maggiore attenzione alle varie fasi del ciclo di vita dei prodotti in quanto è ormai consapevolezza comune che gli impatti ambientali derivanti dalle filiere produttive che fanno capo ai prodotti sono diversificati a più livelli: nel tempo, nello spazio, nella tipologia e gravità degli effetti. A questo proposito, gli orientamenti presenti nei vari Programmi d'Azione per l'ambiente dell'Unione Europea propongono, ormai da circa dieci anni, un approccio basato da un lato sulla responsabilizzazione di tutti gli attori interessati (stakeholders), dall'altro sulla collaborazione e integrazione tra le parti in modo tale da spingere il mercato a privilegiare i comportamenti eco-responsabili. Da queste idee, trascinate soprattutto dai Paesi del Nord Europa, nasce il Libro Verde sulla IPP che costituisce la descrizione di un paniere di strumenti messi a disposizione dei policy makers in ambito ambientale al fine di perseguire gli obiettivi di sostenibilità dello sviluppo. L'idea di fondo è quella di avere il controllo dell'intero ciclo di vita di un prodotto attraverso l'individuazione degli impatti che i processi produttivi generano in ogni fase, e creare una relazione tra questi ed i soggetti economici, sociali ed istituzionali che ne vengono coinvolti. In questa idea si riconosce evidentemente il consumatore come uno degli attori principali, sia per il suo comportamento in fase di gestione e smaltimento del prodotto, sia in quanto

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Liana Priore Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1397 click dal 13/10/2006.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.