Skip to content

Lucien coutaud e la sua attività di costumista per il Maggio Fiorentino

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Remigio
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Conservazione dei Beni Culturali
  Corso: Conservazione dei Beni Culturali
  Relatore: maria Ines Aliverti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 210

Questa tesi di laurea nasce con lo scopo di far luce su una personalità interessante e ancora poco indagata, quale quella di Lucien Coutaud ed in particolare sulla produzione per il teatro, che sebbene non molto cospicua, è di rilievo nell’ambito della produzione delle avanguardie del 900. L’ambito specifico d’indagine sono le maquettes per i costumi di due spettacoli, messi in scena in occasione della più prestigiosa manifestazione lirica italiana: il Maggio Musicale Fiorentino.
I due spettacoli rappresentano, per diversi motivi, due momenti fondamentali per il teatro italiano: Come vi garba, del 1938, messo in scena da Jacques Copeau, e la Medea (1953), con la regia di André Barsacq, che rappresenta il debutto in questo ruolo per Maria Meneghini Callas.
L’insieme degli 85 figurini è solo parzialmente riprodotto nella parte dedicata alla schedatura di questo materiale, dato che non è stato possibile acquistare la serie completa delle riproduzioni. Essi sono conservati presso l’archivio bozzetti e figurini della fondazione del Maggio Musicale Fiorentino, dove ho potuto consultarli.
Fondamentale per l’analisi dei figurini riguardanti il Come vi garba, inoltre, è stato il reperimento delle “note ai costumi”, testo autografo di Jacques Copeau, presso il Fonds Copeau della Bibliothèque de l’Arsenal, Département des Arts du spectacle della Bibliothèque Nationale de France.
Altri documenti importanti per una lettura del lavoro di Lucien Coutaud e delle scelte registiche sono le foto di scena anch’esse conservate nell’archivio del Maggio Musicale Fiorentino, di cui esiste copia presso l’archivio fotografico della ditta Foto Locchi di Firenze.
Data la scarsità di studi su questo artista, mi è sembrato opportuno realizzare un accurato profilo biografico, con l’indicazione di tutti i più importanti lavori, nei vari ambiti di cui si occupò, e delle mostre, manifestazioni e riconoscimenti, che lo riguardarono e che ci aiutano a cogliere l’importanza della sua opera a partire dal contesto a lui contemporaneo.
Il secondo capitolo entra nello specifico della produzione per il teatro, con cenni alle sue esperienze fondamentali, in particolare Le Soulier de satin e Uccelli, ed in maniera più approfondita allo studio dei testi per le due messe in scena in questione. All’interno di questo capitolo trova spazio una rapida storia dei primi anni di vita del Maggio Musicale Fiorentino, come analisi dell’ambito culturale in cui questo artista si trovò a lavorare, e una traccia di storia del costume teatrale del 900, con particolare attenzione all’ambito italiano e alla professionalizzazione del lavoro del costumista e scenografo.
Il terzo capitolo offre l’apporto originale della mia tesi: un’analisi formale del figurino e, attraverso questa, una definizione dei motivi che hanno guidato talune scelte formali e stilistiche. Fondamentali sono state le ricerche presso l’archivio del Maggio che mi hanno permesso di rinvenire alcuni importanti dati; lo spoglio delle rassegne stampa dell’epoca mi ha offerto, poi, una prospettiva storica, sul come queste scelte furono accolte dalla critica. Questa analisi è partita dal lavoro di schedatura a cui ho già fatto riferimento.
Il quarto capitolo offre un’analisi critica sull’opera pittorica e incisa, che costituisce la principale attività di Coutaud, ed alcuni cenni agli importanti lavori di decorazione murale e d’arazzeria, facendo riferimento alle prefazioni di cataloghi, da cui deriva il notevole numero di opere riprodotte, e alla tesi di dottorato di Jacques Lagarde, uno dei principali studiosi dell’arte di Coutaud. In particolare ho inteso mettere in luce alcuni temi della sua produzione, come il rapporto con la donna, o la magia, e il tema assai dibattuto dei rapporti di Coutaud con il surrealismo.
Infine, mi è parso utile corredare la tesi di un’appendice di fonti, in generale articoli di e su Coutaud, di difficile reperimento, che fanno luce sul modo dell’artista di approcciarsi al teatro e all’arte

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 LUCIEN COUTAUD E LA SUA ATTIVITÁ DI COSTUMISTA PER IL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO. INTRODUZIONE Questa tesi di laurea nasce con lo scopo di far luce su una personalità interessante e ancora poco indagata, quale quella di Lucien Coutaud ed in particolare sulla produzione per il teatro, che sebbene non molto cospicua, è di rilievo nell’ambito della produzione delle avanguardie del 900. L’ambito specifico d’indagine sono le maquettes per i costumi di due spettacoli, messi in scena in occasione della più prestigiosa manifestazione lirica italiana: il Maggio Musicale Fiorentino. I due spettacoli rappresentano, per diversi motivi, due momenti fondamentali per il teatro italiano: Come vi garba, del 1938, messo in scena da Jacques Copeau, e la Medea (1953), con la regia di André Barsacq, che rappresenta il debutto in questo ruolo per Maria Meneghini Callas. L’insieme degli 85 figurini è solo parzialmente riprodotto nella parte dedicata alla schedatura di questo materiale, dato che non è stato possibile acquistare la serie completa delle riproduzioni. Essi sono conservati presso l’archivio bozzetti e figurini della fondazione del Maggio Musicale Fiorentino, dove ho potuto consultarli. Fondamentale per l’analisi dei figurini riguardanti il Come vi garba, inoltre, è stato il reperimento delle “note ai costumi”, testo autografo di Jacques Copeau, presso il Fonds Copeau della Bibliothèque de l’Arsenal, Département des Arts du spectacle della Bibliothèque Nationale de France. Altri documenti importanti per una lettura del lavoro di Lucien Coutaud e delle scelte registiche sono le foto di scena anch’esse conservate nell’archivio del Maggio Musicale Fiorentino, di cui esiste copia presso l’archivio fotografico della ditta Foto Locchi di Firenze. Data la scarsità di studi su questo artista, mi è sembrato opportuno realizzare un accurato profilo biografico, con l’indicazione di tutti i più importanti lavori, nei vari ambiti di cui si

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

barsacq
callas
copeau
coutaud
maquette
medea
sensani

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi