Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

E adesso tutti si occupano di educazione. Come la cultura del servizio alla persona ha cambiato la pedagogia, l'economia e la politica

La postmodernità ha indotto nella nostra società una serie di novità. una di queste può essere considerata la cultura del servizio alla persona. i nuovi scenari proposti da questa cultura si manifestano nel mondo della pedagogia, dell'economia e della politica.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE E adesso tutti si occupano di educazione. È possibile constatare come, nella società attuale, i problemi relativi all’insegnamento e alla formazione non siano affrontati solo dalla pedagogia, ma siano all’ordine del giorno di riflessioni che riguardano molti aspetti della nostra vita politica, amministrativa, economica e lavorativa. Il seppur timido presentarsi della cultura del servizio alla persona, ovvero della consapevolezza della fondamentale importanza del prendersi cura dell’altro e del farsi carico dei suoi problemi in quanto il malessere del singolo conduce al malessere della società, fa già sentire fortemente il proprio peso e influenza gli ambienti della pedagogia, dell’economia e della politica. Per una serie intricata di circostanze storiche si è addivenuti alla così detta “società complessa”, una società che è sempre stata paragonata, sin da quando Tonnies fra i primi formulò le proprie osservazioni, con la “società comunitaria”. Stando a questo modo di vedere, la comunità, espressione delle tradizioni, dei valori e dei legami fra le persone, è stata soppiantata dalla società attuale, che vede come unico valore quello del denaro e che è caratterizzata dall’assenza totale di ogni vero rapporto interpersonale. A mio modestissimo avviso, chi propone una visione del genere non tiene in debito conto un aspetto che ritengo di fondamentale importanza. L’uomo, per sua natura, necessita di rapporti positivi con i suoi simili. È un suo bisogno primario. Così come l’uomo ha bisogno dei vestiti e del tetto per ripararsi dal freddo e necessita del cibo per nutrire il proprio corpo, alla stessa maniera ha bisogno di rapporti umani per ripararsi dalla solitudine e necessita di essere solidale con gli altri per nutrire il proprio spirito. Una società totalmente priva di ogni relazione solidale e fraterna lascerebbe per lo meno un vuoto nell’interno degli uomini, un bisogno. Per questa ragione, per la sua stessa sopravvivenza, l’uomo ha pian piano trasformato il bisogno di servizio alla persona in una vera e propria cultura del servizio alla persona. Cultura che sta gradualmente trasformando la società che l’ha generata, dirigendosi a piccoli e prudenti passi verso l’ideale di una società del servizio alla persona. Infine, ritengo di fondamentale importanza puntualizzare che questo lavoro rappresenta solo un primo abbozzo di ipotesi riguardante la possibilità di conciliare tre degli aspetti fondamentali della nostra società quali la pedagogia, l’economia e la politica, provando a giustificare il motivo del loro rinnovato interesse nei confronti dell’educazione e della formazione in età adulta.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giancarlo Pascazio Contatta »

Composta da 70 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4324 click dal 07/11/2006.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.