Skip to content

La coesione nelle squadre di basket. Un'indagine empirica

Informazioni tesi

  Autore: Leonardo Jon Scotta
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Giovanni Briante
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 107

In questi ultimi anni si è assistito ad un sempre maggiore interesse per i fattori psicologici che sarebbero responsabili del successo nello sport. In particolare gli allenatori di squadre sportive hanno riconosciuto sul campo come l’unità della squadra, e quindi la coesione interna dei suoi membri, sia un fattore fondamentale per il successo. “Creare lo spirito di squadra e costruire di un buon team è perciò uno dei compiti più importanti per un allenatore” (Sven-Göran Eriksson, allenatore della nazionale inglese di calcio, 2002, p. 116). Dello stesso parere sono anche gli atleti che fanno parte di una squadra sportiva; non a caso Thierry Henry, calciatore francese di fama internazionale, sostiene come lui debba semplicemente “portare a termine il lavoro della squadra” (Winter, 2002, p. 21). Ecco perché proprio recentemente questo concetto unanimemente riconosciuto nel mondo dello sport è stato introdotto nella letteratura della psicologia sportiva. Carron, Brawler e Widmeyer (1998, p. 213) definiscono la coesione come “un processo dinamico che si riflette nella tendenza di un gruppo a stare assieme e a restare unito nella ricerca di obiettivi concreti e/o nel soddisfacimento di bisogni affettivi dei membri del gruppo stesso”. Tale tendenza è generalmente considerata e studiata proprio perché sembra essere la più importante variabile all’interno dei piccoli gruppi e riconosciuta fondamentale nell’influenzare la prestazione nell’attività sportiva ed in generale nel raggiungimento degli obiettivi del gruppo stesso. Il lavoro affrontato in questo studio vuole verificare l’importanza della coesione nella vita di squadra e riguarda in modo particolare le problematiche specifiche dello sport praticato, in merito ai processi di gruppo che contraddistinguono una squadra sportiva. L’argomento trattato viene introdotto attraverso un modello sviluppato appositamente per lo studio delle strutture e dei processi emergenti nel gruppo sportivo; successivamente viene affrontata la ricerca, attraverso la quale vengono raccolti i dati direttamente sul campo, all’interno di diverse squadre di pallacanestro maschili e femminili partecipanti a campionati nazionali e locali. Gli autori cui viene fatto riferimento per la parte empirica sono coloro che hanno per primi studiato la coesione ed individuato uno strumento valido per la sua misurazione. Attraverso le pubblicazioni di Carron, Widmeyer e Brawley viene ricostruito il modello teorico che sta alla base della teoria della coesione e si individua lo strumento necessario per la sua misurazione, il Group Environment Questionnaire (GEQ; Carron et al., 1985). Per quanto riguarda invece la procedura effettiva cui l’indagine è ispirata, ci si rifà all’esperimento indicato nella pubblicazione di Corey D. Bray assieme a Diane E. Whaley (2001), Team Cohesion, Effort, and Objective Individual Performance of High School Basketball Players, con le opportune variazioni per l’adattamento alla realtà cui viene fatto riferimento. Attraverso l’analisi dei nostri dati, al termine della ricerca saremo in grado di effettuare, benché limitatamente alla nostra situazione specifica su di un campione ridotto di atleti, un confronto con il modello di Carron, Widmeyer e Brawley con considerazioni sull’applicabilità del GEQ fuori dal contesto socio-culturale nordamericano. Inoltre potremo stabilire se nel campione cui abbiamo fatto riferimento si possa individuare una correlazione significativa tra coesione e prestazione individuale degli atleti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE In questi ultimi anni si è assistito ad un sempre maggiore interesse per i fattori psicologici che sarebbero responsabili del successo nello sport. In particolare gli allenatori di squadre sportive hanno riconosciuto sul campo come l’unità della squadra, e quindi la coesione interna dei suoi membri, sia un fattore fondamentale per il successo. “Creare lo spirito di squadra e costruire di un buon team è perciò uno dei compiti più importanti per un allenatore” (Sven- Göran Eriksson, allenatore della nazionale inglese di calcio, 2002, p. 116). Dello stesso parere sono anche gli atleti che fanno parte di una squadra sportiva; non a caso Thierry Henry, calciatore francese di fama internazionale, sostiene come lui debba semplicemente “portare a termine il lavoro della squadra” (Winter, 2002, p. 21). Ecco perché proprio recentemente questo concetto unanimemente riconosciuto nel mondo dello sport è stato introdotto nella letteratura della psicologia sportiva. Carron, Brawler e Widmeyer (1998, p. 213) definiscono la coesione come “un processo dinamico che si riflette nella tendenza di un gruppo a stare assieme e a restare unito nella ricerca di obiettivi concreti e/o nel soddisfacimento di bisogni affettivi dei membri del gruppo stesso”. Tale tendenza è generalmente considerata e studiata proprio perché sembra essere la più importante variabile all’interno dei piccoli gruppi e riconosciuta fondamentale nell’influenzare la prestazione nell’attività sportiva ed in generale nel raggiungimento degli obiettivi del gruppo stesso. Il lavoro affrontato in questo studio vuole verificare l’importanza della coesione nella vita di squadra e riguarda in modo particolare le problematiche specifiche dello sport praticato, in merito ai processi di gruppo che

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

basket
coaching
coesione
coesione e squadra
gruppo
identità sociale
indagine empirica
psicologia
psicologia dello sport
spirito di squadra
sport
squadra

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi