Skip to content

Il sistema produttivo lecchese: identità perdute e animal spirits

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Battazza
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Enzo Pontarollo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 335

Il territorio che attualmente costituisce la provincia di Lecco si caratterizza per una forza produttiva e una capacità di generare ricchezza raramente riscontrabili in altre aree del Paese. Tale posizione, tuttavia, non è il frutto di scoperte o innovazioni recenti, ma risulta piuttosto come il portato di una lunga, lunghissima, tradizione siderurgico-meccanica radicata in oltre due secoli di storia industriale.
Movendo da questa semplice, ma fondamentale considerazione, la tesi "Il sistema produttivo lecchese: identità perdute e animal spirits" si pone l'obiettivo di rileggere il glorioso passato, al fine di porre in luce quelle peculiarità distintive che, modificandosi e/o rafforzandosi nel corso dei decenni, ancora oggi sono in grado di giocare un ruolo di primo piano nel determinare le performance dell'economia locale.
Ciò che emerge dalla tesi è il rarefarsi di un'atmosfera industriale di base che ha da sempre permesso al tessuto socioeconomico lecchese di affrontare con successo le vicessitudini via via imposte dall'allargamento e dall'inasprimento delle dinamiche competitive nazionali e internazionali; il progressivo venir meno dell'identità industriale della società lecchese viene considerato come il principale fatto su cui il sistema politico e imprenditoriale locale ha il dovere di interrogarsi, allo scopo di valutare con celerità i possibili interventi propulsivi.
E' per questo motivo che la trattazione, dopo un'ampia prima parte di carattere storico-evolutiva, atta a porre in luce i principali mutamenti che hanno segnato il tessuto produttivo del territorio e a raccontare le vicende di alcuni tra i pionieri dell'industria locale, si concentra sull'oggi dell'economia lecchese. E lo fa in un modo che più diretto non si può, ovvero intervistando i protagonisti del sistema industriale, misurando attraverso la vivavoce di chi ogni giorno ha a che fare con i problemi contingenti e strutturali imposti dalla frenesia della competizione economica, lo stato di salute reale e percepito del sistema socioeconomico lecchese.
Pur senza alcuna pretesa di profettizzare la soluzione alle tematiche trattate, la tesi evidenzia un territorio ancora numericamente forte, ma alla cui base, sociale prima ancora che produttiva, va continuamente germinando un substrato di lassismo che, se non repentinamente combattuto, attraverso una serie di opere, fisiche e culturali, atte a riaffermare la centralità delle attività produttive secondarie (su tutte il potenziamento della dotazione infrastrutturale), condannerà all'anonimato un territorio che, invece, tanto ha dato e tanto ha ancora da dare allo sviluppo industriale e sociale del Paese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione 7 Prefazione Quando, lo scorso novembre, il Professor Enzo Pontarollo mi propose, quale argomento per lo svolgimento della tesi di Laurea, l’analisi del sistema produttivo lecchese, mi resi subito conto che la maggior difficoltà che avrei incontrato sarebbe stata quella di evitare di scadere nel banale, riproponendo pedissequamente un sunto dei tantissimi studi già esistenti. Da subito, ho pertanto cercato di affrontare il tema individuando una chiave di lettura il più possibile originale, attraverso cui coniugare il passato e il presente dell’economia locale ed esprimere un giudizio sul suo stato di salute attuale e prospettico, fondato non solo e non tanto sull’analisi delle caratteristiche dei settori in cui operano le imprese e delle modalità con cui queste affrontano i mercati, quanto piuttosto sulla valutazione dell’impatto che la fortissima cultura industriale, radicata nel territorio, può ancora esercitare in favore del consolidamento e del futuro sviluppo di un sistema imprenditoriale che, seppur da sempre contraddistinto da uno spirito d’intrapresa con pochi eguali nel resto del Paese, palesa evidenti “segni di stanchezza”, dovuti, in specie, alla difficoltà di rigenerare autonomamente le competenze e predisporre un serio processo di ricambio generazionale. Per quanto riguarda il metodo di lavoro, in accordo con le indicazioni fornitemi dal Docente Relatore, ho optato per un mix tra lo studio della letteratura dedicata e l’analisi empirica, condotta mediante la realizzazione di una serie di interviste ad alcuni tra i più brillanti imprenditori e manager operanti nel lecchese, prediligendo, nell’individuazione degli interlocutori, persone e imprese quanto più possibile portatrici della vocazione produttiva del territorio. E’ peraltro giusto sottolineare che la necessità di costruire un campione (non statistico) funzionale alle tematiche oggetto della trattazione, ha portato all’esclusione di aziende che per prestigio, capacità e legame col tessuto socioeconomico dell’area, avrebbero certamente meritato il mio interesse (Icam e Moto Guzzi, solo per citarne alcune). Il testo è suddiviso in due parti, ciascuna composta di tre capitoli: la prima, di carattere storico-descrittivo, passa in rassegna l’evoluzione del sistema produttivo locale dalle sue origini industriali fino ai giorni nostri, allo scopo di scoprirne le identità distintive e, soprattutto, di comprendere se le stesse si siano mantenute, trasformate oppure perse, con il susseguirsi delle diverse epoche storiche e dei principali avvenimenti che hanno modificato via via il panorama

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

badoni
bione
distretti industriali
economia industriale
economia lombarda
falck
gerenzone
imprenditoria
imprese
industria di lecco
infrastrutture
lario
lecchese
lecco
polo logistico
sistema produttivo lecchese
storia di lecco
sviluppo territoriale
turismo lecchese
valsassina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi