Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il segno del piacere: Sociosemiotica del Loisir

Il mondo del divertimento, in particolare quello notturno, offre un panorama suggestivo e rutilante fatto di luci e suoni che, nel corso della sua storia, è diventato una realtà insopprimibile sia per i giovani sia per tutti coloro che vogliono una fotografia istantanea di tutto ciò che è moda, tendenza e comunicazione. È curioso notare che il divertimento ha nella notte la sua massima espressione, forse perché la notte è per sua natura controversa, strana, languida, discussa e, soprattutto, insondabile. Sia che si dorma, di notte, sia che ci si viva, la notte è lì, presente e a portata di mano con il suo buio che, a qualcuno, fa paura, e, a qualcun altro, pensa a come illuminare di luci e riempire di musica ed ecco apparire discoteche, locali da ballo, Pubs, enoteche, wine bar e parchi di divertimento che, dopo la famiglia e la scuola, sono ormai uno dei punti di aggregazione più importanti e saldi della società del XXI secolo.
A dispetto di chi ogni tanto si augura, o ne decreta, una pronta fine, il locale da ballo è stato il precursore di quel movimento che ha liberalizzato la notte e si è trasformato da fenomeno passeggero in forma di divertimento stabile ed istituzionalizzato destinato al pubblico più ampio. Ed è stato questo spazio che, nato come contenitore che avrebbe dovuto "accettare" la moda e raccogliere le fashion victims, hacominciato a dettare moda. E per chi vuole essere trendy, o si considera tale, èdiventato quasi fondamentale vivere le atmosfere scintillanti dei locali notturni.
Cosicché la pista, oltre che luogo gioioso, diventa anche incubatrice e generatrice ditrend. E paradossalmente la discoteca, da sempre demonizzata dai moralisti e natacome tempio del divertimento disimpegnato, ha assunto i contorni di una struttura chefa cultura e che incide nel costume.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il mondo del divertimento, in particolare quello notturno, offre un panorama suggestivo e rutilante fatto di luci e suoni che, nel corso della sua storia, è diventato una realtà insopprimibile sia per i giovani sia per tutti coloro che vogliono una fotografia istantanea di tutto ciò che è moda, tendenza e comunicazione. È curioso notare che il divertimento ha nella notte la sua massima espressione, forse perché la notte è per sua natura controversa, strana, languida, discussa e, soprattutto, insondabile. Sia che si dorma, di notte, sia che ci si viva, la notte è lì, presente e a portata di mano con il suo buio che, a qualcuno, fa paura, e, a qualcun altro, pensa a come illuminare di luci e riempire di musica ed ecco apparire discoteche, locali da ballo, Pubs, enoteche, wine bar e parchi di divertimento che, dopo la famiglia e la scuola, sono ormai uno dei punti di aggregazione più importanti e saldi della società del XXI secolo. A dispetto di chi ogni tanto si augura, o ne decreta, una pronta fine, il locale da ballo è stato il precursore di quel movimento che ha liberalizzato la notte e si è trasformato da fenomeno passeggero in forma di divertimento stabile ed istituzionalizzato destinato al pubblico più ampio. Ed è stato questo spazio che, nato come contenitore che avrebbe dovuto "accettare" la moda e raccogliere le fashion victims, ha cominciato a dettare moda. E per chi vuole essere trendy, o si considera tale, è diventato quasi fondamentale vivere le atmosfere scintillanti dei locali notturni. Cosicché la pista, oltre che luogo gioioso, diventa anche incubatrice e generatrice di trend. E paradossalmente la discoteca, da sempre demonizzata dai moralisti e nata come tempio del divertimento disimpegnato, ha assunto i contorni di una struttura che fa cultura e che incide nel costume. Tuttavia, negli ultimi anni, si è assistito ad una evoluzione del fruitore del divertimento e, di conseguenza, si è reso necessario dover riprogrammare i luoghi deputati al loisir. - 1 -

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Tommaso Torri Contatta »

Composta da 226 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2213 click dal 21/11/2006.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.