Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Giornalismi convergenti - Il caso de L'Unione Sarda

Nel 1994 nasce L’Unione Sarda.it, versione telematica de L’Unione Sarda. Il primo quotidiano online in Italia. Sono passati dodici anni e nel frattempo l’informazione online ha compiuto passi da gigante, senza che si verificasse la profezia di quei tecno-entusiasti che davano la carta stampata per spacciata. Perché?
Questa tesi di laurea esplora trasformazioni e innovazioni che i quotidiani tradizionali hanno attraversato, scongiurando l’estinzione. La tesi si intitola Giornalismi convergenti - Il caso dell’Unione Sarda: prima i media tradizionali temevano la cannibalizzazione da parte dei new media, oggi il lavoro dei professionisti dell’informazione è sempre più improntato alla convergenza. Il caso de L’Unione Sarda dimostra come, attraverso l’uso di nuove tecnologie digitali, un quotidiano possa trasformarsi senza perdere la propria identità.
Il primo capitolo della tesi ricostruisce il contesto in cui si inserisce il rapporto tra giornalismo online e giornalismo cartaceo. Con un passo indietro di venticinque anni si ripercorrono brevemente i cambiamenti tecnologici più importanti che hanno coinvolto la produzione dei giornali. I cambiamenti in atto mettono il giornalista a confronto con diverse concezioni del proprio ruolo professionale: ci si chiede quale sia la risposta migliore a un fenomeno democratico e destabilizzante come il citizen journalism.
È sotto questa suggestione che si passa al secondo capitolo, in cui si osserva il nuovo rapporto tra giornali e pubblico: il quotidiano diventa uno spazio dialogico nel quale avviene il dibattito democratico. Lo spazio per il lettore si espande, si esplorano una serie di opportunità che comprendono e-mail, blog, forum, sms. Ci troviamo di fronte a molteplici esperimenti di interattività convergente: una forma di partecipazione da parte del lettore/utente che coinvolge media diversi rovesciando contenuti dal digitale al cartaceo.
Il terzo capitolo punta i riflettori sul quotidiano L’Unione Sarda: il più antico e il più venduto tra i quotidiani sardi, da sempre attento all’innovazione tecnologica. Si parte da una breve storia della testata, sino ad arrivare alle attuali caratteristiche del giornale e del gruppo nel quale è inserito. Si focalizza l’attenzione sull’iniziativa editoriale I Sardi nel mondo, che rappresenta un esempio significativo di interattività convergente. Per approfondire il caso sono usate interviste e analisi quali-quantitative.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione e nota metodologica È difficile immaginare un mondo senza giornali di carta, un’invenzione perfetta, non migliorabile in termini di praticità, fruibilità, formato. Ma è altrettanto difficile, nel terzo millennio, immaginare un mondo senza rete. Dovremmo abituarci alla convivenza, più che alla prevalenza di uno sull’altro. Complementarietà, dunque, non contrapposizione. Marco Pratellesi Nel 1994 uno storico quotidiano cagliaritano ha compiuto il grande salto dalla carta alla Rete: L’Unione Sarda.it, versione telematica de L’Unione Sarda. È stato il primo quotidiano online in Italia. Sono passati dodici anni e nel frattempo l’informazione su Internet ha compiuto passi da gigante. È stata continuamente rimandata, però, la profezia di quei tecno- entusiasti che davano la carta stampata per spacciata.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Maria Silvia Sanna Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1734 click dal 21/11/2006.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.