Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Benetton e Zara: due modelli di business a confronto

Studio dei due modelli di business del colosso Benetton e del Colosso Inditex, meglio conosciuto attraverso il marchio più famoso Zara.
Idee, approfondimenti, dati utili per capire quanto si assomiglino o quanto differiscano...
Risposte a domande come: E' Benetton davvero in crisi? E' Zara il motivo eventuale? L'evoluzione della produzione, i prontisti, le collezioni e tutto quello che rappresenta questi due marchi che a modo loro hanno fatto storia nel mercato della moda.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Nel 2001 i periodici italiani riportavano l’arrivo della catena di abbigliamento Zara facendo riferimento a possibili pericoli per la penetrazione di questo gruppo tessile nel mercato italiano. Fino a quel momento non si era mai messo in dubbio la posizione di leadership del colosso Benetton e nessuno aveva mai pensato si potesse trovare sul mercato un prodotto che potesse essere altrettanto interessante e di qualità. Nel 2003 ho avuto la possibilità di avvicinarmi al mondo spagnolo attraverso il programma di studio Socrates-Erasmus che mi ha permesso di entrare in contatto con la catena Zara. Durante l’anno di permanenza in Spagna ho avuto la possibilità di fare diverse ricerche di marketing e analizzare diversi casi tra cui “Zara”. Ne è nata l’idea di studiare l’argomento in maniera più approfondita ricercando un confronto con il modello Benetton che appariva simile a quello spagnolo. La stampa riportava spesso il confronto e questo ha spinto ad approfondire alcuni punti interessanti tra cui l’idea di chiarire se la struttura Benetton temesse o meno l’ingresso del Gruppo Inditex in Italia. Fin dall’inizio comunicati stampa da Treviso dichiaravano che il Gruppo non era preoccupato, tuttavia in questo percorso di tesi si noteranno dei dati che lasciano spazio a interpretazioni diverse. Per questo motivo si vuole analizzare una situazione in cui esistono molte variabili di cui tenere conto: dall’influenza della concorrenza, al cambiamento della domanda del consumatore finale, dalla situazione economica delle singole aziende, all’evoluzione tecnologica interna dei poli produttivi, senza omettere di citare la presenza della Cina che ha creato squilibrio nel mercato tessile. Lo studio ha permesso di evidenziare come entrambe le aziende hanno seguito un percorso molto simile sotto alcuni punti di vista ma, differiscono in maniera sostanziale, in altri. È sicuramente interessante scoprire come quello che molti definiscono concorrenza, magari non lo è veramente. In questo percorso si vuole dimostrare come un prodotto, sempre considerato concorrente all’altro, in realtà lo sia in maniera parziale o per lo meno non sia nato come tale, al contrario di quello che molti periodici riportano. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Fedrizzi Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16569 click dal 21/11/2006.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.