Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuove modalità di gestione dei servizi sociali: il caso dell'azienda speciale consortile di Bollate

Excursus sulle trasformazioni istituzionali, economiche e sociali che dal 1990 hanno influenzato l'evoluzione della P.A. evidenziando crisi, riforme e cambiamenti di gestione. Cosa s'intende quindi per aziendalizzazione ed i suoi caratteri con riferimento a quanto precedentemente accaduto alle ASLcon attenzione agli aspetti legislativi. Nel concreto viene definita l'Azienda speciale, le tendenze evolutive, le caratteristiche, la struttura amministrativa e le altre forme di gestione con particolare attenzione ad un caso empirico: l'azienda di Bollate. Il filo rosso è quello della responsabilità sociale ed in particolare quelle che sono le reti di responsabilità per le P.A., i servizi sociali ed il Terzi settore sulla base della mia esperienza di assistente sociale. In conclusione, accenno ad alcune indicazioni per un buon lavoro provando a ragionare se e come questo nuovo strumento dell'ente locale, l'azienda, stia effettivamente liberando l'attività gestionale dai vincoli di natura procedurale proprie della P.A.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La volontà che metto nella stesura di questo testo è quella di non fermarmi ad una raccolta d’informazioni teoriche inerente il tema dell’aziendalizzazione del settore sociale, cosa che persone più esperte di me riuscirebbero a fare in maniera più approfondita e competente, ma è quella di riuscire ad integrare e contestualizzare il tutto con riflessioni, critiche, annotazioni, eventi reali di quella che in questi anni è stata - e mi auguro lo sarà sempre con i sperati sviluppi - la mia esperienza di assistente sociale, con riferimento preciso ad un quadro giuridico, sociale e culturale che è appunto quello dell’Azienda speciale: nuova forma di gestione dei Servizi Sociali. Il tema scelto “Nuove modalità di gestione dei servizi sociali: il caso dell’azienda speciale consortile di Bollate” è, a mio avviso, il più pertinente per la tesi che conclude questa dura, intesa e gratificante esperienza professionale e personale, in quanto racchiude i principali aspetti di questo corso di laurea incentrato sulle politiche sociali e la gestione dei servizi alla persona, con particolare riferimento al management dei servizi. Nel primo capitolo, pertanto, viene illustrato un excursus sulle trasformazioni istituzionali, economiche e sociali che dal 1990 hanno influenzato l’evoluzione della Pubblica Amministrazione, evidenziando in particolare le crisi, le riforme ed i cambiamenti dei modelli di gestione dei servizi pubblici al fine di poter avere un quadro di partenza il più chiaro possibile sul perché una Pubblica Amministrazione tende ad orientarsi verso questa nuova forma di gestione. Questa scelta è stata fatta considerando che la ricerca economica-aziendale sottolinea come le dimensioni istituzionale, economica e sociale abbiano un impatto significativo sui percorsi evolutivi, tanto da spingere alcune Pubbliche Amministrazione ad assumere una gestione aziendale. Negli ultimi anni la dimensione economica dell’ambiente ha assunto un rilievo crescente, inducendo forti pressioni sulle Amministrazioni sino a determinare esigenze di radicale cambiamento di strategia di sviluppo. Al tempo stesso permane la constatazione del fatto che vi siano aspetti di rilievo anche di carattere extra- 5

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Sociologia

Autore: Sabrina Ritorto Contatta »

Composta da 262 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3621 click dal 29/11/2006.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.