Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Qualità del servizio in reti WLAN multicella: analisi in ambiente NS2

In questa tesi si è affrontato il problema dell’integrazione tra le tecniche di micromobilità e quelle di QoS nelle reti wireless multicella, sviluppando un insieme di strumenti software per l’analisi delle prestazioni in ambiente simulato. In particolare si è utilizzato il software di simulazione NS2 con l’integrazione di moduli sviluppati da altre università e realizzati ad hoc nell’ambito della tesi. Si sono inoltre realizzati moduli di analisi dei risultati con linguaggi di scripting (bash, awk).
Per affrontare il problema dell’integrazione si è scelto di utilizzare il protocollo Cellular IP, una delle principali proposte disponibili per la gestione efficiente della micromobilità, e ACKS, un meccanismo di differenziazione del traffico facilmente riconfigurabile, per fornire garanzie di QoS in presenza di mobilità. Partendo da un’analisi approfondita dei due protocolli, si è passati a studiare il loro comportamento in vari scenari. L’analisi è stata sviluppata in due fasi, nella prima si sono analizzate le prestazioni ottenibili in scenari multicella statici. Questa fase, oltre che per definire dei livelli di prestazione di riferimento, è servita anche per tarare i parametri di configurazione di ACKS. Nella seconda fase, si sono analizzate le prestazioni ottenibili in scenari non statici. Si sono studiate, inoltre, le problematiche legate ad una integrazione realistica tra la gestione della mobilità e quella della QoS, valutando tecniche di gestione reattive e proattive.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione i Introduzione Negli ultimi anni sono aumentate enormemente sia la diffusione delle reti IP che la larghezza di banda a disposizione degli utenti su questo tipo di reti. Questa disponibilità di risorse ha favorito la diffusione di applicazioni multimediali caratterizzate da requisiti temporali stringenti. Queste applicazioni includono le collaborazioni di gruppo, la diagnosi e il trattamento medico a distanza, le videoconferenze, i servizi video on-demand, il monitoraggio di sensori da remoto, le applicazioni come la telefonia su IP o l’accesso in tempo reale ai dati tramite il web. D’altro canto in questi anni si è assistito anche ad una enorme diffusione delle reti wireless, che si stanno imponendo come soluzioni particolarmente competitive nel segmento della rete di accesso. Questo è dovuto soprattutto alla flessibilità e al basso costo di questa tecnologia, che consente di realizzare in tempi rapidi coperture di aree geografiche estese, offrendo all’utenza servizi di telefonia e dati con accesso fisso radio. Il punto successivo dell’evoluzione riguarderà l’utilizzo di applicazioni multimediali su reti wireless a commutazione di pacchetto. Questa convergenza tuttavia non si presenta priva di problemi. Infatti le applicazioni multimediali hanno requisiti diversi in termini di qualità del servizio rispetto a quelli delle applicazioni per le quali era stata creata Internet. Innanzitutto esse

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Simona Acanfora Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 795 click dal 05/12/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.