Skip to content

Capitale umano e crescita economica

Informazioni tesi

  Autore: Arianna Mazzuca
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze economiche
  Relatore: Giorgio Rodano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

L’investimento in capitale umano è uno dei modi per accumulare input da impiegare nella produzione e si realizza tipicamente attraverso la rinuncia da parte degli individui a consumare parte del loro reddito presente per acquisire maggiori capacità di produrre reddito in futuro.Il concetto indica le conoscenze, abilità, progettualità ed esperienze che le risorse umane di una realtà lavorativa possono attivare. In particolare le componenti principali del capitale umano sono oggi individuate nell’istruzione e nell’informazione, che si manifestano nella capacità di svolgere attività di trasformazione e di creazione. Di recente si dà molta importanza a questo aspetto dell’intero processo produttivo perché, più che in altri momenti storici, oggi si pone l’accento sulla qualità del lavoro.
In questo lavoro vengono analizzati vari aspetti del capitale umano. Il punto di partenza è la progressiva emersione del fattore capitale umano a fianco dei tradizionali input produttivi: capitale fisico e lavoro. Nel primo capitolo ci si sofferma poi su cosa si intende per capitale umano e quali sono le sue componenti principali.
Nel secondo capitolo si espone un breve excursus delle teorie economiche che si sono occupate del capitale umano, mostrandone pregi e difetti. Sulla base di tali teorie viene illustrato un semplice modello col capitale umano capace di spiegare i differenziali di reddito fra paesi.
Nel terzo capitolo si affronta il problema della produzione di conoscenza e della sua capacità di creare esternalità positive, inserendosi così nella categoria dei beni pubblici.
Nel quarto capitolo vengono esposti i vari metodi, quantitativi e qualitativi, di misurazione del capitale umano proposti da diversi studiosi.
Nel quinto e ultimo capitolo si fa invece una panoramica sul ruolo del capitale umano in Europa, in Italia e nei Paesi in Via di Sviluppo (PVS), mostrando, con l’aiuto di numerosi dati, l’importanza dell’investimento in tale componente immateriale come motore di crescita sia nei paesi sviluppati che in quelli arretrati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Qualsiasi cosa facciamo, possiamo realizzarla solo grazie alle persone. Le persone sviluppano la tecnologia. Le persone apportano miglioramenti alla tecnologia e rendono possibili tutte le cose. Infine, saranno delle persone ad utilizzare ciò che le aziende producono. L’investimento in capitale umano è uno dei modi per accumulare input da impiegare nella produzione e si realizza tipicamente attraverso la rinuncia da parte degli individui a consumare parte del loro reddito presente per acquisire maggiori capacità di produrre reddito in futuro. Il termine “capitale umano” è stato introdotto dall’economista e premio Nobel Theodore Schultz (1961) e ha preso piede in ambito economico solo negli ultimi decenni. Il concetto indica le conoscenze, abilità, progettualità ed esperienze che le risorse umane di una realtà lavorativa possono attivare. In particolare le componenti principali del capitale umano sono oggi individuate nell’istruzione e nell’informazione, che si manifestano nella capacità di svolgere attività di trasformazione e di creazione. Di recente si dà molta importanza a questo aspetto dell’intero processo produttivo perché, più che in altri momenti storici, oggi si pone l’accento sulla qualità del lavoro. Quest’ ultima non è statica ma dinamica, pertanto per rispondere alle mutevoli esigenze della società e soprattutto per produrre scoperte e innovazione è necessario che le risorse umane, che ne sono il soggetto, siano costantemente accompagnate nel loro percorso professionale da un’adeguata formazione. Il peso crescente attribuito al capitale umano ha corrisposto a una riduzione dell’importanza attribuita al capitale fisico. I fallimenti dell’industrializzazione in alcuni paesi dell’America Latina, dell’Africa e dell’Asia sono serviti a mettere in luce l’importanza del fattore umano nell’incrementare le potenzialità economiche delle risorse disponibili. In realtà il capitale fisico è formato da beni che sono a loro volta il frutto del lavoro umano. La loro vera potenzialità economica sta nella loro tecnologia, la quale non è altro che conoscenza umana applicata alla produzione. Il processo di crescita, e più in generale di sviluppo, è tanto maggiore quanto più elevata è la qualità del lavoro in grado di creare tecnologia e riutilizzarla in modo appropriato. In questo lavoro verranno analizzati vari aspetti del capitale umano. Il punto di partenza sarà la progressiva emersione del fattore capitale umano a fianco dei tradizionali input produttivi:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

capitale umano
conoscenza
esternalità positive
formazione
istruzione
lucas
mankiw,romer e weil
qualità del lavoro
r&s
solow
teorie della crescita

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi