Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione e contesti. Una prospettiva semiotica

Questa ricerca tenta di fare un excursus sulle teorie semiotiche che si sono occupate in qualche modo di definire le implicazioni semantiche dei contesti nelle comunicazioni.
Si analizzano gli autori fondamentali dello strutturalismo soffermandosi sul concetto di sintagma. Successivamente si prendono in esame le teorie di Greimas, Eco e Violi, ponendo l'accento sui concetti di semema, codice, enciclopedia e sul Modello Semantico Riformulato. Si conclude la rassegna con uno scorcio sul pensiero di altri autori.

Mostra/Nascondi contenuto.
* Nota: I testi compresi tra due barre vanno intesi come meri significanti. Es: |abc| 1 – Introduzione 1.1 – Il concetto di contesto Lo scopo di questa ricerca è quello di indagare, sotto il profilo semiotico, il ruolo che giocano i contesti nella comunicazione, e in modo particolare il rapporto che essi hanno col contenuto di segni e testi. L’importanza che ha il concetto di contesto nella semiotica è notevole, basta ricordare che Jakobson lo inserisce tra i sei fattori fondamentali della comunicazione assieme a destinatore, messaggio, destinatario, codice e contatto. La nozione comunemente diffusa di contesto è tuttavia abbastanza vaga e indefinita: il più delle volte è inteso come l’orizzonte storico e culturale entro cui il testo si colloca, come l’intorno extralinguistico che costituisce la situazione comunicativa, o come il contesto linguistico in senso stretto (denominato co-testo). In relazione a queste nozioni il filosofo del linguaggio John Perry 1 fa una distinzione tra contesti linguistici (sintattici), extralinguistici (semantici) e cognitivi (epistemici). In questa tripartizione il contesto linguistico appare come l’intorno dell’enunciato linguistico (co-testo), quello extralinguistico riguarda il rapporto tra parole e loro riferimenti, ed 1 Cfr. Perry John 1998, Indexicals, Contexts and Unarticulated Constituents, in Proceedings of the 1995 Logic, Language and Computation Conference, CSLI Publications, Stanford; tr.it.in Penco 2002 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Luigi Milardi Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2506 click dal 05/01/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.