Skip to content

Effects of Air-Pollution Control on Death Rates in Sweden: an Intervention Study

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Cusinello
  Tipo: Tesi di Master
Master in MSc in Environmental Economics and Environmental Management
Anno: 2005
Docente/Relatore: Doriana Delfino
Istituito da: University of York, UK
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 78

The Carbon Tax is one of the main climate change policies aimed to reduce the CO2 emissions. Policies aimed to contain CO2 emissions, by limiting the burning of fossil fuels, also decrease emissions of other greenhouse gases (GHGs), e.g. SO2, NO2, PM10 and SO4, avoiding changes in temperatures and damaging effects on human health.
Sweden has been one of the first countries in the world to introduce Carbon Taxes on the 1st January 1991 levied on oil, coal, natural gas, and liquefied petroleum gas, petrol and aviation fuel in domestic traffic. An evaluation study of the Swedish Carbon Tax carried out by the Swedish Environmental Protection Agency concludes that the CO2 tax ‘‘[…] has helped to reduce emissions of carbon dioxide in line with Swedish environmental policy’’.
The review of part of the existing literature on epidemiological studies confirms that pollution and increased mortality have been associated in many different parts of the world. Nevertheless, there is still a great uncertainty about the methodological reliability of these studies as few performed panel data analysis and/or investigated the role played by the environmental policy legislation.
The purpose of this study is to investigate whether a climate change mitigation policy, i.e. the carbon tax, has contributed to reduce the death rate through a reduction in the level of air pollutants in five Swedish counties over the period 1985-2000.
A monthly panel data set was used to analyse the effects of four pollutants (NO2, SO2, SO4, O3) on death rates caused by cardiovascular and respiratory problems by gender. Each model was adjusted for seasonality. Moreover, a structural change analysis estimated the efficacy of the Carbon Tax.
Most of the results obtained were consistent with the literature as NO2, SO2, SO4 and O3 were found to have a significant and adverse impact on human health. In particular, SO2 resulted to be responsible for both cardiovascular and respiratory deaths especially in the colder months when the concentration levels were at their highest.
Moreover, the implementation of the Carbon Tax was shown to have contributed to a reduction in death rates. In particular, reductions in SO2 resulted to have a significant impact in limiting the number of deaths for cardiovascular male disease. SO4 had the same effects on cardiovascular female and respiratory female mortality.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduction The literature concerning the assessment of air pollution on human health is large and in continuous development. In the last few decades, a significant increase in mortality and morbidity from respiratory and cardiovascular disease was recognised by the scientific community to be partly caused by excess ambient pollution levels. Although the health effects of pollution have been experienced since the 13 th century with the use of coal and wood, only recently (mid 1900) the scientific community tried to quantify and assess the human health costs. The issue of how much pollution is socially acceptable is of extreme importance for policy makers to establish the minimum standard aims to safeguard human, animal and plant survival. Sweden, among the European countries, put a lot of effort toward a more sustainable economic development which was translated in numerous environmental policies. Economic instruments in environmental policy have been introduced since 1970. Large subsidies were given to firm and local government to facilitate and speed up environmental protection measures [10]. Nevertheless, major actions were taken in 1991, when the Parliament accepted some of the proposals from the Commission of Environmental Charges. The tax on CO 2 was introduced on the 1 st January 1991 levied on oil, coal, natural gas, and liquefied petroleum gas, petrol and aviation fuel in domestic traffic. At the same time a tax on SO 2 has been set to reduce the emissions by 80% using 1980 as the baseline. Moreover, the year after, 1992, an additional charge on NO x emissions was introduced in order to reduce the emissions by 30% using 1985 as base year [10]. The purpose of this study is to investigate whether the carbon tax has contributed to reduce the death rate through a reduction in the level of air pollutants. The work has been structured as follows: the first chapter introduce the economical and historical sensu of carbon tax policy in the European- Swedish context and a review of the literature. In chapter two, details of data collection and transformation are explained and the chapter three contains a description of the methodology applied. Finally, chapter four reports and discuss the main findings of this study from the descriptive and econometric analysis and chapter five concludes. 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

carbon tax
panel data
econometrics
environmental economics
epidemiology

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi