Skip to content

I diversi significati del consumo di droghe. Una ricerca condotta sui giovani di Gambettola

Informazioni tesi

  Autore: Natascia Falzaresi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'Educazione
  Relatore: Francesca Emiliani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 148

Questa tesi vuole essere una riflessione, sull’uso e l’abuso di sostanze stupefacenti, vecchie e nuove, legali e illegali che siano. Vorrebbe invitare a superare le opinioni correnti sul consumo e le dipendenze.
Se non si comprende la condizione dei giovani oggi, si capisce davvero poco sul consumo di droghe, che è diventato assai più complesso di un tempo. Se prima si poteva grosso modo distinguere fra due grandi categorie, ovvero i tossicodipendenti da eroina e chi si faceva uno spinello, ora il rapporto con le droghe è molto più complicato perché le droghe si sono moltiplicate e si è modificato il consumo, sempre più personalizzato.
Il lavoro prende dunque le mosse da un’analisi della condizione giovanile allo scopo di riconoscere i tipi di legame assai diversi, per significato e pericolosità, che i giovani instaurano con le sostanze. Partendo dal presupposto della dipendenza come risposta sbagliata al dolore, il mio studio pone le basi per distinguere tra le diverse forme di uso e abuso, dal primo incontro fino alla tossicodipendenza vera e propria. Definisce chi sono i consumatori, come si differenziano dagli abusatori e dai tossicomani gravi; analizza il ruolo che giocano la società, la famiglia, gli amici nel rapporto con le droghe.
In questo lavoro ho cercato di tracciare le caratteristiche del complesso intreccio di relazioni fra assuntore, sostanze psicoattive e ambiente in cui concretamente avviene l’esperienza del consumo. Ho considerato i diversi tipi di droghe e le loro modalità di assunzione e azione; analizzato le influenze esercitate dalle caratteristiche biologiche, psicologiche dell’assuntore e del contesto sugli effetti che le persone percepiscono delle droghe soffermandomi in particolare sul ruolo esercitato dai fattori cognitivi e motivazionali, cioè dalle conoscenze, dalle aspettative e dalle credenze di chi si avvicina a queste sostanze.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La psicologia non presenta una tradizione consolidata di studi sui fenomeni connessi all’uso, ma soprattutto all’abuso, e alla dipendenza dalle droghe. Il fatto che si tratti di sostanze che esplicano un effetto psicoattivo sull’organismo ha certamente contribuito a definire questo ambito di ricerca e di intervento come di pertinenza medica (il ricorso alle droghe è una “malattia”), e perciò si è posta soprattutto attenzione ai fattori biologici e psicopatologici predisponenti e alle caratteristiche farmacologiche delle diverse droghe. Minore è stato invece l’interesse e l’impegno nei riguardi dell’analisi e della ricostruzione dei processi cognitivi, emozionali, motivazionali, di presa di decisione e delle influenze sociali che sono implicati nelle condotte di consumo, sia nella loro genesi sia nella loro diversificata evoluzione. Assumere una droga è un atto sociale concreto, che ha dei significati per chi lo attua e che risponde a bisogni estremamente diversificati; va quindi studiato in stretto rapporto con l’appartenenza di genere e con la storia personale di ogni individuo, con la fase di vita in cui si verifica, in relazione al contesto in cui si attua, alla cultura in cui si inserisce. Il consumatore, pur se soggetto a vincoli e influenze da parte dell’ambiente sociale e a contingenze spesso fortuite, costruisce in modo attivo il suo rapporto con le droghe e non si limita a reagire in modo più o meno passivo (così come sostiene la teoria dell’apprendimento sociale) alle circostanze che gli si presentano e ai modelli di condotta con cui si confronta. I paradigmi comportamentisti del rinforzo e dell’imitazione sono ancora prevalenti sia nelle analisi dei fenomeni di consumo, sia negli interventi di prevenzione, sia in gran parte degli interventi di recupero a favore di chi è tossicodipendente; per di più sono ancora scarse le ricerche longitudinali in grado di verificare nel tempo le traiettorie di sviluppo psicosociale dei consumatori e di rendere conto dei percorsi che non evolvono nella dipendenza e quelle rivolte a differenziare i percorsi maschili e femminili.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abuso
alcol
assunzione
consumo
devianza
dipendenza
disagio
divertimento
droga
generazione
giovani
immagine di sè
influenze
sabato sera
sballo
sociale
sviluppo morale
sviluppo psicologico
tossicodipendenza
tossicomania

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi