Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Project Financing

La tesina tratta il tema del project financing, un nuovo modello per il finanziamento e la realizzazione di opere pubbliche alternativo al tradizionale finanziamento di impresa. Si configura, infatti, come uno strumento opportuno per iniziative economiche incentrate su un progetto in grado di generare autonomi flussi di cassa, che costituiscono la garanzia principale per il rimborso dei prestiti ottenuti per il finanziamento del progetto stesso e per un'adeguata remunerazione del capitale investito. L'utilizzo del project financing nel nostro ordinamento è in costante espansione. Fonte normativa primaria di disciplina dell'istituto è data dal nuovo Decreto Legislativo 12 aprile 2006 n. 163, "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”, che, comunque, non ha apportato sostanziali modifiche alla precedente legge quadro sui lavori pubblici, la Legge 11 febbraio 1994, n. 109, e ss. mm. ed ii. Per quanto concerne l’inquadramento giuridico dell’istituto, il project financing si configura come una tecnica di finanziamento non riconducibile ad una categoria contrattuale tipica, rappresentando invece la sommatoria di singoli contratti (contratti di fornitura, di appalto, di finanziamento, di garanzia, di società, di concessione di costruzione e gestione di management) che ne costituiscono la struttura.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Le iniziative in project financing 1.1 Oggetto Il project financing è “il finanziamento di una specifica unità economica mediante un'operazione in cui un finanziatore considera il flusso di cassa e gli utili di progetto come garanzia per il rimborso del debito e le attività dell'unità economica come garanzia collaterale” (K.P. Nevitt). Trattasi di un nuovo modello per il finanziamento e la realizzazione di opere pubbliche che, nelle aspettative dei suoi sostenitori, dovrebbe porre rimedio alla scarsità di fondi pubblici ed al gap infrastrutturale che divide l’Italia dagli altri Paesi industrializzati. Da tempo diffuso nei paesi di Common Law, il project financing si configura come una complessa operazione economico-finanziaria rivolta ad un investimento specifico per la realizzazione di un’opera e/o la gestione di un servizio, su iniziativa di promotori (sponsors) privati o pubblici 1 . Il project financing è una forma di finanziamento alternativa al tradizionale finanziamento di impresa, avente ad oggetto la valutazione dell'equilibrio economico-finanziario di uno specifico intervento, legato ad un determinato investimento, giuridicamente ed economicamente indipendente dalle altre iniziative del soggetto che lo realizza 2 . Si configura, infatti, come uno strumento opportuno per iniziative economiche incentrate su un progetto in grado di generare autonomi flussi di cassa, che costituiscono la garanzia principale per il rimborso dei prestiti ottenuti per il finanziamento del progetto stesso e per un'adeguata remunerazione del capitale investito. L'utilizzo del project financing nel nostro ordinamento è in costante espansione. Fonte normativa primaria di disciplina dell'istituto è data dal nuovo Decreto Legislativo 12 aprile 2006 n. 163, "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”, che, comunque, non ha apportato sostanziali modifiche alla precedente legge quadro sui lavori pubblici, la Legge 11 febbraio 1994, n. 109, e ss. mm. ed ii. Vi sono poi da menzionare ulteriori interventi legislativi sull'istituto, in particolare: 1 F. Caringella, R. Daloiso e C. Giampaolo, Gli appalti di lavori pubblici, Ed. Simone, Napoli, 2005, pp. 350-352. Costituisce, cioè, un insieme non predefinito di strumenti finanziari e di istituti giuridici che danno luogo ad una metodologia di finanziamento nella quale la dimensione giuridica, economica e tecnico-ingegneristica interagiscono tra loro al fine di creare una struttura capace di far convergere interessi contrastanti. 2 R. Galullo, Il project financing nella P.A., Ed. Il Sole 24 ore, Milano, 2003, p. 2. L'attenzione del finanziatore è focalizzata sulle caratteristiche dell'operazione e sulla sua autonoma capacità di rimborsare il debito; il rimborso del prestito è garantito dai proventi derivanti dalla vendita dei beni, o dei servizi, che la gestione dell'opera deve assicurare. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Claudio Carrino Contatta »

Composta da 38 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4848 click dal 10/01/2007.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.