Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Enterprise resource planning (ERP) e piccole-medie imprese: analisi empirica dei modelli e delle modalità implementative

Nati all’inizio degli anni ‘90 per la gestione di grandi società multinazionali, gli ERP (Enterprise Resource Planning) hanno conosciuto successivamente una notevole e per certi versi inaspettata diffusione. Diffusione che è divenuta tanto più vistosa con l’inizio del nuovo millennio, favorita dal problema dell’anno 2000 e dall’introduzione dell’euro. Pensati inizialmente per la gestione di imprese di grandi dimensioni gli ERP sono così diventati un fenomeno sempre più rilevante che ha coinvolto man mano anche le PMI, all’estero come (seppure in misura parzialmente minore) in Italia.
Dati forniti dalla Banca d’Italia nel 2001 testimoniano di come già tre anni fa l’ERP fosse una realtà per quasi il 75% delle aziende con oltre mille addetti, per il 43% delle imprese da 200-999 addetti, per il 25,3% della fascia 100-199 dipendenti e, infine, per il 10,5% delle aziende con un numero di addetti tra 50 e 99. Percentuali più elevate si trovavano nel caso delle imprese operanti all’interno di un distretto industriale. Si tratta di cifre indubbiamente importanti e significative specie per una realtà come quella italiana troppo spesso tacciata di una scarsa disposizione ad investire nella tecnologia.
Dal 2001 molto è cambiato (e non sempre in meglio, anzi), nel mondo degli ERP e, soprattutto, nella situazione dell’economia mondiale ma, nonostante le difficoltà e i dati talvolta contrastanti, la propensione all’utilizzo degli ERP nelle PMI si è mantenuta in costante aumento. Sebbene il mercato delle grandi imprese sia da considerarsi ormai saturo sono infatti ancora numerosi gli elementi di vitalità del mercato.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Capitolo 1 GLI ERP SOMMARIO: 1. Sistemi informativi ed ERP. 1.1. Introduzione. 1.2. Definizione e ruolo dei sistemi operativi. 1.3. Un nuovo paradigma: l’integrazione. 1.4. Esempio di applicazione ERP. 2. Definizioni di sistema ERP. 3. Le 5 prospettive di analisi di un sistema ERP. 4. La storia dei sistemi ERP. 4.1. La storia degli ERP nei paesi anglosassoni. 4.2. La storia degli ERP in Italia. 5. Le caratteristiche dei sistemi ERP. 5.1. L’azienda vista come un unico complesso di processi. 5.2. Le caratteristiche peculiari dei sistemi ERP. 6. Le principali componenti di un sistema ERP. 6.1. Moduli core intersettoriali. 6.2. Moduli core settoriali. 6.3. Extended ERP. 7. La trasformazione dell’impresa. 7.1. La griglia di trasformazione. 7.2. Trasformazione dei processi operativi. 7.3. Trasformazione dei processi direzionali. 7.4. Trasformazione dei processi interaziendali. 7.5. Trasformazione del modello di business. 8. Vantaggi e svantaggi dei sistemi ERP. 8.1. Vantaggi. 8.2. Svantaggi. 9. Perché adottare un sistema ERP. 10. Mercato e prospettive dei sistemi ERP. 10.1. L’esplosione del mercato degli ERP. 10.2. Gli studi FED del 2000 e SIRMI del 2002 sul mercato ERP italiano. 10.3. Il cambiamento e l’evoluzione del mercato dei sistemi ERP. 10.4. Nuove modalità di offerta: l’outsourcing e l’ASP. 10.5. L’e-commerce. 10.6. L’ERP wireless. 10.7. Poca informatizzazione nelle medie aziende. 1. INTRODUZIONE: SISTEMI INFORMATIVI ED ERP 1.1. Introduzione L’attuale scenario economico mondiale è caratterizzato in misura maggiore che in passato dal libero mercato e, di conseguenza, da un forte regime di concorrenza e da una crescente globalizzazione delle attività industriali. L’ambiente in cui le aziende vengono ad operare è sempre più complesso e nasce la necessità di agire ed avere strumenti decisionali che permettano rapidità e velocità operativa, per costruire dei vantaggi competitivi rispetto ai propri antagonisti. Come ormai è generalmente riconosciuto stiamo attraversando un periodo in cui il mondo dell’informazione è in una situazione di continuo fermento e turbinoso cambiamento. Un cambiamento che può essere colto sotto diversi punti di osservazione, visto che a modificarsi sono: ƒ il contenuto dell’informazione; ciò che era “contenuto” ieri non lo è più oggi o magari lo è ma con un peso differente, e viceversa. ƒ l’ambito dell’informazione, specialmente sotto l’aspetto geografico.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Enrico Tamellini Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7001 click dal 10/01/2007.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.