Skip to content

Enterprise resource planning (ERP) e piccole-medie imprese: analisi empirica dei modelli e delle modalità implementative

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Tamellini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Paolo Roffia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 159

Nati all’inizio degli anni ‘90 per la gestione di grandi società multinazionali, gli ERP (Enterprise Resource Planning) hanno conosciuto successivamente una notevole e per certi versi inaspettata diffusione. Diffusione che è divenuta tanto più vistosa con l’inizio del nuovo millennio, favorita dal problema dell’anno 2000 e dall’introduzione dell’euro. Pensati inizialmente per la gestione di imprese di grandi dimensioni gli ERP sono così diventati un fenomeno sempre più rilevante che ha coinvolto man mano anche le PMI, all’estero come (seppure in misura parzialmente minore) in Italia.
Dati forniti dalla Banca d’Italia nel 2001 testimoniano di come già tre anni fa l’ERP fosse una realtà per quasi il 75% delle aziende con oltre mille addetti, per il 43% delle imprese da 200-999 addetti, per il 25,3% della fascia 100-199 dipendenti e, infine, per il 10,5% delle aziende con un numero di addetti tra 50 e 99. Percentuali più elevate si trovavano nel caso delle imprese operanti all’interno di un distretto industriale. Si tratta di cifre indubbiamente importanti e significative specie per una realtà come quella italiana troppo spesso tacciata di una scarsa disposizione ad investire nella tecnologia.
Dal 2001 molto è cambiato (e non sempre in meglio, anzi), nel mondo degli ERP e, soprattutto, nella situazione dell’economia mondiale ma, nonostante le difficoltà e i dati talvolta contrastanti, la propensione all’utilizzo degli ERP nelle PMI si è mantenuta in costante aumento. Sebbene il mercato delle grandi imprese sia da considerarsi ormai saturo sono infatti ancora numerosi gli elementi di vitalità del mercato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Capitolo 1 GLI ERP SOMMARIO: 1. Sistemi informativi ed ERP. 1.1. Introduzione. 1.2. Definizione e ruolo dei sistemi operativi. 1.3. Un nuovo paradigma: l’integrazione. 1.4. Esempio di applicazione ERP. 2. Definizioni di sistema ERP. 3. Le 5 prospettive di analisi di un sistema ERP. 4. La storia dei sistemi ERP. 4.1. La storia degli ERP nei paesi anglosassoni. 4.2. La storia degli ERP in Italia. 5. Le caratteristiche dei sistemi ERP. 5.1. L’azienda vista come un unico complesso di processi. 5.2. Le caratteristiche peculiari dei sistemi ERP. 6. Le principali componenti di un sistema ERP. 6.1. Moduli core intersettoriali. 6.2. Moduli core settoriali. 6.3. Extended ERP. 7. La trasformazione dell’impresa. 7.1. La griglia di trasformazione. 7.2. Trasformazione dei processi operativi. 7.3. Trasformazione dei processi direzionali. 7.4. Trasformazione dei processi interaziendali. 7.5. Trasformazione del modello di business. 8. Vantaggi e svantaggi dei sistemi ERP. 8.1. Vantaggi. 8.2. Svantaggi. 9. Perché adottare un sistema ERP. 10. Mercato e prospettive dei sistemi ERP. 10.1. L’esplosione del mercato degli ERP. 10.2. Gli studi FED del 2000 e SIRMI del 2002 sul mercato ERP italiano. 10.3. Il cambiamento e l’evoluzione del mercato dei sistemi ERP. 10.4. Nuove modalità di offerta: l’outsourcing e l’ASP. 10.5. L’e-commerce. 10.6. L’ERP wireless. 10.7. Poca informatizzazione nelle medie aziende. 1. INTRODUZIONE: SISTEMI INFORMATIVI ED ERP 1.1. Introduzione L’attuale scenario economico mondiale è caratterizzato in misura maggiore che in passato dal libero mercato e, di conseguenza, da un forte regime di concorrenza e da una crescente globalizzazione delle attività industriali. L’ambiente in cui le aziende vengono ad operare è sempre più complesso e nasce la necessità di agire ed avere strumenti decisionali che permettano rapidità e velocità operativa, per costruire dei vantaggi competitivi rispetto ai propri antagonisti. Come ormai è generalmente riconosciuto stiamo attraversando un periodo in cui il mondo dell’informazione è in una situazione di continuo fermento e turbinoso cambiamento. Un cambiamento che può essere colto sotto diversi punti di osservazione, visto che a modificarsi sono: ƒ il contenuto dell’informazione; ciò che era “contenuto” ieri non lo è più oggi o magari lo è ma con un peso differente, e viceversa. ƒ l’ambito dell’informazione, specialmente sotto l’aspetto geografico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi