Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Relazioni tra Pubbliche amministrazioni e cittadini. Riflessi sui sistemi di controllo strategico e rendicontazione sociale

La Pubblica Amministrazione si evolve rapidamente e genera forti sensazioni di incertezza tanto negli individui, quanto nelle istituzioni. Questa fase di transizione è contraddistinta dalle evoluzioni delle politiche a livello internazionale e dal tramonto del modello di New Public Management. Le tendenze in atto nell’attuale realtà sono mosse da un lato, verso il potenziamento dei poteri locali, regionali e territoriali convergenti, dall’altro lato, verso la sempre più intensa integrazione sopranazionale. Queste strategie mirano al rafforzamento della partecipazione delle organizzazioni della società civile e della cittadinanza, stimolando e promuovendo il confronto con le istituzioni per realizzare obiettivi comuni. L’informazione, la comunicazione e la partecipazione attiva dei cittadini assumono un ruolo centrale per l’agire amministrativo, come strumento di governo della complessità sociale e della complessità organizzativa e non più solo come leva manageriale per la gestione dei servizi o come importante attività per assicurare la trasparenza dei procedimenti amministrativi. L’Information and Communication Technology offre l’opportunità di sviluppare un nuovo rapporto tra i governi e i cittadini: maggiore fiducia e nuove forme di partecipazione delle persone ne sono gli effetti cardine. si sottolinea le necessità di creare valore per i cittadini attraverso il rafforzamento del policy making.
Tra le priorità viene assegnato particolare rilievo all’esigenza di sviluppare e consolidare le numerose esperienze di analisi della soddisfazione degli utenti. Per recuperare la fiducia dei cittadini e ridare legittimazione sociale all’azione pubblica, occorre mostrare ai cittadini un’amministrazione credibile, capace di rispettare gli impegni assunti e di rendere conto dell’impiego delle risorse della collettività. È quindi opportuno che le amministrazioni sviluppino la capacità di ricercare e ascoltare le esigenze espresse dalla società, non con la finalità di ottenere risposte già strutturate, ma per assumere decisioni più informate, consapevoli e motivate. L’elaborato analizza come i temi del bilancio sociale e la definizione del concetto di responsabilità sociale, siano divenuti, in questi ultimi anni, oggetto di particolare attenzione e come, la redazione del bilancio sociale e la formulazione della responsabilità sociale siano tematiche tra loro fortemente correlate e per certi versi inscindibili.
Scopo della rendicontazione sociale di un’amministrazione è dar conto degli impegni, dei risultati e degli effetti sociali della propria azione. Dall’insieme dei cinque capitoli emerge un quadro che ha come soggetto una Pubblica Amministrazione dinamica e indirizzata verso un profondo e proficuo cambiamento. Resta da lavorare, insieme con i cittadini, affinché i buoni propositi diventino la realtà affermata che tutti si aspettano.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione La società complessa in cui si snoda la Pubblica Amministrazione si evolve rapidamente e genera forti sensazioni di incertezza tanto negli individui, quanto nelle istituzioni. Il capitolo primo descrive questa fase di transazione, contraddistinta dalle evoluzioni delle politiche a livello internazionale e dal tramonto del modello di New Public Management considerato troppo aziendalistico per il settore pubblico, annunciando un periodo che sarà orientato alla governance democratica, come area di elaborazione per la gestione “monitorata” della complessità. I confini spaziali dello stato contemporaneo tendono a frantumarsi; di fronte alla cessione di sovranità e al conseguente deficit democratico si assiste ad una progressiva devoluzione del potere statuale verso vari livelli istituzionali autonomi. A livello nazionale e locale, nell’ottica della sussidiarietà si punta al rafforzamento di tutte quelle funzioni e competenze che possono essere adeguatamente esercitate dalle Pubbliche Amministrazioni, centrali e territoriali. A livello sopranazionale, per orientare in modo efficace l’aspettativa di governabilità si consolidano sistemi di multilivel governance e di corporate governance, basati sui principi della cooperazione organizzata, della condivisione e dell’interdipendenza reciproche tra attori appartenenti a diverse sfere funzionali, con modalità eterogenee nella direttiva sia di cogestione amministrativa, sia di decisione,

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Emilia Parente Contatta »

Composta da 221 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2501 click dal 12/01/2007.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.