Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il coinvolgimento del Parlamento europeo nelle procedure decisionali: dal trattato di Maastricht al trattato che adotta una costituzione per l' Europap

La tesi è volta a descrivere dal punto di vista storico e tecnico-funzionale l'evoluzione della funzione legislativa e del peso decisionale del Parlamento europeo dal 1982 ad oggi, ripercorrendo ed analizzando tutte le riforme che in questi anni lo hanno interessato.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO I: L’EVOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO DAL TRATTATO CEE AL TRATTATO DI NIZZA. 1.1 Cenni storici Il Parlamento Europeo è l'assemblea dei rappresentanti dei popoli degli Stati membri (art. 189, I comma, TCE); per questo si occupa di questioni direttamente legate alla loro vita ed al loro benessere e nel loro interesse esercita una funzione di controllo politico sulle istituzioni dell'Unione Europea. Mentre nell'ordinamento di uno Stato il Parlamento è l'organo legislativo, cioè elabora ed approva le leggi, nell'Unione Europea invece, il Parlamento non ha questo potere, perché è esercitato dal Consiglio dei ministri dell'Unione Europea e dalla Commissione. Nei suoi cinquant' anni di vita, il Parlamento Europeo si è evoluto in un'istituzione rappresentativa importante per la vita dei cittadini dei Paesi membri come risultato di un lungo cammino, intrapreso nel 1952 dai sei Paesi che fondarono la Ceca: Francia, Repubblica Federale di Germania, Italia, Belgio, Olanda e Lussemburgo. Dalle origini all'assetto attuale, verranno percorse le tappe storiche fondamentali della costituzione del Parlamento Europeo.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Fabrizio Catenacci Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2400 click dal 15/01/2007.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.