Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Das Renmin-Projekt der Universität Duisburg-Essen. Vergleich zwischen DSH und TestDaF

L’importanza dell’acquisizione di almeno due lingue comunitarie, oltre alla propria, per una effettiva mobilità del cittadino europeo, viene riconosciuta nel 4° obbiettivo generale “Promuovere la conoscenza di tre lingue comunitarie” del Libro Bianco pubblicato dalla Commissione Europea nel 1995: “La conoscenza di più lingue diventa condizione indispensabile per permettere ai cittadini dell’Unione di beneficiare delle possibilità professionali e personali offerte dalla realizzazione del grande mercato interno senza frontiere”.
Uno degli strumenti più importanti per valutare la conoscenza delle lingue straniere messo a punto dal Consiglio d'Europa è il Quadro Comune Europeo di Riferimento (Common European Framework of Reference for Languages – Learning, Teaching, Assessment), uno schema comune di riferimento per l’apprendimento, l’insegnamento e la valutazione delle lingue.
I certificati di lingua tedesca TestDaF e DSH sono oggetto del mio lavoro, nell'ambito del Progetto Renmin (Das Renmin Projekt der Universität Duisburg-Essen). Si tratta di una cooperazione tra l’Università Duisburg-Essen in Germania e l’Università Renmin di Pechino in Cina. Lo stesso gruppo di studenti partecipanti a tale progetto si sono volontariamente sottoposti alla simulazione degli esami per ottenere le due certificazioni al fine di confrontarne i contenuti ed i risultati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La conoscenza delle lingue straniere è un punto fondamentale da tenere in considerazione nella stesura del nostro curriculum vitae alla luce delle nuove competenze linguistiche richieste al cittadino europeo. Il mercato del lavoro, il settore del turismo e del commercio superano di gran lunga i confini della nostra Nazione in quanto l’Italia è parte integrante di un contesto molto più ampio. L’allargamento dell’Unione Europea, la conseguente mobilità e comunicazione tra gli stati membri e a livello globale, la forte passione per le lingue mi hanno guidato alla scelta del Corso di Laurea “Discipline della mediazione linguistica”. Questo percorso accademico mi ha dato la possibilità di partecipare al programma di azione comunitaria Socrates-Erasmus presso l’Università partner Duisburg-Essen, nella regione Nordreno Vestfalia della Germania. In qualità di studentessa Erasmus ho potuto frequentare il corso di preparazione e il relativo esame DSH (Deutsche Sprachprüfung für den Hochschulzugang). Si tratta di una certificazione della lingua tedesca di livello avanzato, necessaria per gli stranieri che vogliono iscriversi ad una qualsiasi università o istituzione di educazione superiore nel territorio della Repubblica Federale di Germania e negli stati in cui lingua ufficiale è il tedesco 1 (Austria, Svizzera e Liechtenstein). Il 28 Luglio 2004 ho superato l’esame ottenendo un buon risultato, nonostante l’attestato, in base al regolamento anteriore alla riforma, prevedeva solamente la dicitura “bestanden” (esame superato) e “nicht bestanden” (esame non superato), senza evidenziare separatamente i voti ottenuti in ogni singola prova (vedi allegato A1 “Mein DSH-Zeugnis, altes Muster”). Dal 2005 la nuova normativa stabilisce che nella pagella figuri il punteggio con il quale il candidato supera la prova, sia quello parziale, sia quello totale. L’interesse nel documentarmi sulle modifiche apportate al regolamento che disciplina la 1 Il tedesco è una lingua del gruppo germanico occidentale, appartenente al gruppo di lingue indoeuropee, parlate in origine dagli antichi Germani, da cui derivano tra l’altro il gotico (gruppo orientale), gli attuali norvegese, islandese, svedese, danese (gruppo settentrionale), tedesco, olandese, frisone e il gruppo dei dialetti anglosassoni (gruppo occidentale). E’ l’idioma con il maggior numero di parlanti nativi dell’Unione europea, lingua ufficiale nella Rep. Federale di Germania, in Austria, Svizzera e Liechtenstein, ma è parlato anche in Alsazia e Lorena (Francia), Alto Adige (Italia), nei cantoni orientali del Belgio, in parte della Danimarca, Romania, Polonia, Slovenia e Russia. I

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Katiuscia Vaccarini Contatta »

Composta da 93 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 413 click dal 26/01/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.