Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Derive socioeconomiche e culturali dell'istituzione di un Parco Letterario in una comunità. Il caso di Valsinni.

La ricerca intende investigare la conseguenze dell’istituzione di un Parco Letterario sulla vita di una comunità agricola della Basilicata, Valsinni (MT), presentandosi come un tentativo globale di analisi socio economica e culturale, con una particolare attenzione nei riguardi dei mutamenti intercorsi nei processi dell’immaginario collettivo.
L’iniziativa dei Parchi Letterari®, e più in generale quella del turismo culturale, è dotata di una duplice natura culturale ed economica: se da un lato l’istituzione di un Parco si presenta come un ottimo veicolo di valorizzazione delle risorse locali, oltre che influire sulla memoria storica e l’orgoglio di appartenenza, esso può offrire delle occasioni per una crescita economica legata al turismo, attraverso la creazione di una rete di servizi integrati sul territorio volto allo sfruttamento delle specificità locali.
In un primo momento lo scopo della ricerca era quello di approfondire con maggior cura la conoscenza dell’aspetto strutturale del Parco Letterario Isabella Morra e le sue possibili ripercussioni sull’economia cittadina, ma durante la fase di ricerca sul campo ci si è resi conto che a tutt’oggi è ancora prematuro parlare di conseguenze economiche e impresa a rete, i mutamenti più interessanti ed evidenti, invece, sono quelli verificatisi sul versante culturale.
Abbiamo dunque ritenuto fondamentale investigare prevalentemente quale significato abbia assunto il Parco Letterario nella coscienza collettiva e come tale immagine sia cambiata nel tempo fino a costituire l’odierna opinione dei valsinnesi, in modo da comprendere l’impatto dell’organizzazione sulle linee guida dell’agire sociale dei membri della comunità, e dunque, le conseguenze del turismo culturale sulla vita di paese.



La prima fase della ricerca si articola in un’analisi di sfondo con la quale si intende inquadrare l’oggetto di studio, nel suo contesto storico, territoriale, sociale, culturale, la seconda in una vera e propria analisi della storia del Parco Letterario Isabella Morra, ripercorsa nei suoi momenti salienti attraverso le testimonianze e le percezioni e le opinioni dei membri della comunità.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 INTRODUZIONE Che senso ha parlare di comunità nell’era della modernizzazione e dei processi globali? Con questa domanda intendiamo fornire la chiave d’accesso alle tematiche che affronteremo nel corso di questa analisi, il filo di Arianna che collega tutta la ricerca. A nostro parere, infatti, la comunità appare a tutt’oggi motivo di interesse per l’analisi socio-antropologica: sia perché con le sue modeste fattezze ed i suoi “universi controllabili” rappresenta il contesto ideale per lo studio delle dinamiche di relazione e di socializzazione, sia perché il suo ruolo nell’era della globalizzazione assume un nuovo valore strategico particolare, quello di risorsa locale specifica, unica, e dunque da mantener viva, valorizzare, prima che vada del tutto perduta. La maggior parte dei piccoli comuni italiani, infatti, per effetto dei processi di modernizzazione, ha subito dei drastici spopolamenti negli ultimi trent’anni, conseguentemente ad essi, nei piccoli centri sono venuti a mancare anche i servizi, costringendo inevitabilmente queste realtà in un circolo vizioso di auto-distruzione ed abbandono. Le città, al contrario, si sono accresciute in maniera avulsa e disfunzionale: sebbene la presenza e la qualità di servizi (culturali, economici, sociali) sia senza dubbio maggiore, molto spesso l’elevata densità di abitanti non ne consente un consumo soddisfacente. Il progetto dei Parchi Letterari® ci è parso particolarmente interessante perché veicola molte problematiche moderne, come quella della qualità della vita, del decentramento turistico ed economico, del recupero del patrimonio storico, culturale, dello sviluppo dell’impresa a rete sul

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Valeria Frangiolini Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1046 click dal 24/01/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.